Home » Tutto chiede salvezza: cos’è la malattia mentale?

Tutto chiede salvezza: cos’è la malattia mentale?

by Diletta Cecchin
0 comment 32 views

Tutto chiede salvezzaQuasi un anno fa, vi avevo parlato di Daniele Mencarelli. L’occasione fu l’uscita del suo primo romanzo, La casa degli sguardi. Vi consigliavo di leggerlo, di affondarci anima e corpo e infine di regalarlo in occasione del Natale. Oggi torno a parlarvi di questo autore, che trasforma la sofferenza propria e altrui in storie da raccontare. Prima del lockdown, Mencarelli rientrava in libreria con un nuovo romanzo, intitolato Tutto chiede salvezza, pubblicato da Mondadori. Un libro che ha ricevuto diversi riconoscimenti, primo fra tutti il Premio Strega Giovani 2020, testimonianza che i giovani lettori hanno voglia di storie dure e vere.
Ancora una volta, Daniele Mencarelli trasporta il lettore in una vicenda personalissima. Infatti, Tutto chiede salvezza racconta la storia del TSO, trattamento sanitario obbligatorio, a cui lo scrittore è stato sottoposto a vent’anni, nel 1994Tutto chiede salvezza. Un libro articolato in sette capitoli, uno per ogni giorno di TSO, subito all’interno del reparto psichiatrico di una struttura ospedaliera romana. Durante questi sette giorni, Daniele ha modo di conoscere i suoi compagni di stanza. Cinque uomini la cui vita è stata annientata dalla malattia mentale, che però a modo loro riescono a essere portatori di una certa salvezza.
Madonnina, Giorgio, Gianluca, Mario e Alessandro sono una caleidoscopio di umanità ai margini. È giugno, il caldo in reparto è asfissiante, i paziente molto spesso sono abbandonati a loro stessi, senza neanche un pigiama di ricambio. Non tutti hanno la fortuna di avere la famiglia accanto. A volte, come nel caso di Gianluca, il problema è proprio la famiglia. Intorno a loro infermieri e medici indifferenti, che scambiano le storie cliniche dei pazienti. E allora la domanda sorge spontanea. Il disturbo mentale è una malattia, che invece di colpire il corpo, intacca la mente; com’è possibile curarla in condizioni così precarie?
Nonostante il dolore, la situazione e il contesto, fra Daniele e i suoi compagni di stanza nasce una profonda fratellanza. La necessità di intessere relazioni è un bisogno umano talmente forte, che riesce ad attecchire ovunque. Ed è da questa riflessione, dalla propensione a sentire più degli altri, che l’autore pronuncia la sua laica preghiera, in cui chiede salvezza per sé e per gli altri. In Tutto chiede salvezza troviamo una scrittura semplice, dialoghi in dialetto romano, che rendono il romanzo ancora più realistico. Un libro che parte dal dolore, ma che termina con la speranza.

You may also like

Leave a Comment