Home » Natura da indossare: gli eco-gioielli di Pasly Art Design

Natura da indossare: gli eco-gioielli di Pasly Art Design

by Francesca Marangoni
134 views

Avete mai conosciuto un’agridesigner? Pasqualina Tripodi, in arte Pasly Art Design (nome regalatole da Marta Marzotto), svolge questa professione innovativa dal 2012. Il suo lavoro non consiste semplicemente nel progettare gioielli, ma nel riuscire a trasformare i doni della natura in accessori unici. 

Originaria di Delianuova (Reggio Calabria), Pasqualina è da sempre affascinata dal mondo dell’arte: diplomata in arte dei metalli e dell’oreficeria, prosegue il suo percorso di studi con una laurea in studi storico-artistici ed un Master in ingegneria del gioiello, che la portano a lavorare per marchi del calibro di Ralph Lauren e John Richmond. Con la nascita di Pasly Art Design, Pasqualina dà voce alla propria terra natia raccogliendo i materiali che Madre Natura le offre per poi dare vita a creazioni straordinarie, che coniugano una profonda sensibilità per l’ambiente ad un’innovativa visione del mondo della gioielleria. “Non bisogna più pensare al gioiello come un qualcosa di prezioso da un punto di vista dei materiali usati, ma prezioso deve essere il concetto che sta alla base della sua realizzazione, e niente è più prezioso di madre natura” afferma l’artista. 

Eterea” è la nuova collezione di eco-gioielli firmata Pasly Art Design, ed è un inno alla sostenibilità a 360 gradi. I monili sono tanto semplici in termini di materiali, quanto potenti a livello figurativo: osservando ogni creazione si percepisce il legame viscerale con la terra che li ha generati e che li vede prendere vita per una seconda volta. I colori dei gioielli, prettamente bianco, sabbia e oro, sono le sfumature naturali dei materiali utilizzati, dai fossili ai sugheri, passando per canapa, legno, metallo e fibre grezze naturali. 

Oltre ad essere un’unione fra materie prime, Etera unisce anche due territori geograficamente agli opposti dello Stivale, ma mai così vicini per affinità: lo shooting fotografico della collezione ha infatti luogo nelle cave di gesso “Nosei” di Cocconato d’Asti, piccolo borgo nel cuore del Monferrato, nonché buon retiro dell’artista calabrese. Gli scatti, realizzati dal fotografo professionista Stefano Sticca, ritraggono l’eleganza dei gioielli indossati Alice Corio, ballerina ed attrice, e Letizia Macchia, imprenditrice cocconatese e modella per un giorno. Anche i vestiti indossati sono in linea con la filosofia che riveste il progetto: i capi, dai tagli basic e colori tenui, sono realizzati con ritagli di tessuti e altri materiali organici. 

Il progetto di Pasly Art Design mira ad essere un vero racconto con una morale ben precisa: il ritorno alle origini per un contatto diretto dello spirito con Madre Natura, da salvaguardare e consegnare alle generazioni future. Anche per questo la cava di gesso si rivela lo sfondo perfetto per gli scatti di “Eterea”. Oltre a valorizzare i gioielli grazie al candore del materiale, la cava è gestita dal Gruppo Saint-Gobain, colosso francese nel settore dell’edilizia che si distingue per l’attenzione ai temi green. Per Saint-Gobain la sostenibilità nasce dalla progettazione e dalla capacità di prevedere e gestire ogni fase di costruzione, integrando soluzioni che riducano al massimo l’impatto ambientale nel tempo, favorendo la diffusione di materiali a km 0, fornendo e sviluppando elementi, provenienti dal riciclo, destinati all’eco design. Lo shooting fotografico è stato quindi accolto con grande entusiasmo dal Gruppo, che ha costantemente seguito il progetto, anche per garantire la sicurezza ed il rispetto delle norme. 

Dall’unione di moda ed edilizia è nato così un progetto dall’atmosfera quasi surreale, slegata dallo spazio e dal tempo, che genera una bellezza più che mai confortante in un periodo come quello attuale. 

Image source: Courtesy of Press Office

You may also like

Leave a Comment