Home » La metà del cielo: l’amore prima di tutto

La metà del cielo: l’amore prima di tutto

by Diletta Cecchin
29 views

L’amore è anche saper accettare senza condizioni quello che c’è stato prima, e così portarlo nel proprio. L’amore va salvato, sempre, anche quello al quale non hai partecipato e che pure c’è stato, baci e tenerezze, abbandoni e perdoni. Se la persona che ami è stata innamorata in un luogo, quel luogo l’ha educata all’amore, e tu devi rispettarlo.

La metà del cieloDi amore parla il nuovo romanzo di Angelo Ferracuti, intitolato La metà del cielo e pubblicato da Mondadori. Ferracuti, autore di diversi romanzi e saggi, oltre che di svariati articoli per Il Manifesto, La Lettura e il Corriere della sera, con coraggio e sincerità si apre ai lettori, raccontando la propria storia personale. Fra le pagine di questo romanzo infatti troviamo la sua storia, la sua famiglia, il suo amore per la moglie Patrizia, morta prematuramente a causa di un tumore. La metà del cielo è ambientato in un piccolo borgo delle Marche. La provincia italiana, gli anni Ottanta e Novanta, la stagione dell’impegno politico, fanno da sfondo alle vicende famigliari dell’autore. Angelo e Patrizia si sono conosciuti a Milano, la città di lei. Angelo immediatamente innamorato perso di questa ragazzaLa metà del cielo solida e spensierata. Patrizia impegnata in diverse relazioni. Sembrava un amore destinato a fallire, come capita spesso nella vita. Si sono ritrovati dopo anni e finalmente è scoppiata la scintilla, da quel momento le loro storie si sono unite. Incontri a metà strada, case condivise, lavori precari. E poi il matrimonio, il viaggio di nozze in Scandinavia, la nascita delle due figlie. Ma la narrazione de La metà del cielo prende avvio da un momento tragico. Patrizia muore a soli 42 anni. Da quel momento, per Angelo, inizia la discesa nel baratro. Ossessivamente, la sua memoria, lo riporta ai fallimenti economici e morali. La mano va sempre più spesso a bottiglie di birra, vino, grappa. Sono passati dieci anni, ma neanche dopo cento si potrebbero dimenticare gli la malattia e gli ultimi momenti trascorsi insieme. E quindi Angelo decide di prendere in mano la penna, di scrivere, forse per mettere ordine anzitutto dentro se stesso. Ho trovato La metà del cielo un romanzo vero e sincero, in cui i momenti belli e i momenti brutti della vita coniugale si intrecciano. Ferracuti non nasconde e non omette nulla, neanche la relazione extraconiugale che per alcuni mesi ha intrattenuto con una ragazza molto più giovane di lui. Nonostante la scintilla narrativa parta dalla morte di Patrizia, in realtà La metà del cielo è un romanzo che racconta la vita e l’amore.

You may also like

Leave a Comment