Home » Dolce e Gabbana a Como, un omaggio al Lario

Dolce e Gabbana a Como, un omaggio al Lario

by Francesca Marangoni
427 views

dolce e gabbanaImpossibile pensare alle sfilate di Dolce e Gabbana senza immaginarsi una location da sogno. Domenico Dolce e Stefano Gabbana, infatti, da anni presentano le proprie collezioni di Alta Moda, Alta Gioielleria ed Alta Sartoria nelle città più belle del mondo. Non solo mete internazionali come Londra, New York e Tokyo, ma anche meravigliose perle del Bel Paese come Capri, Palermo e, ultima in ordine cronologico, Como ed il suo lago. I rumors erano nell’aria già da mesi, quando l’entourage dei due stilisti è stato avvistato a Villa Olmo, ma di certo nessuno avrebbe potuto immaginare quanto la maison sarebbe effettivamente riuscita ad organizzare.
Per la settimana di eventi sul Lario, Dolce & Gabbana ha iniziato inserendosi in Piazza Cavour, salotto buono della città affacciato direttamente sul lago, collocando i propri prodotti all’interno del punto vendita Tessabit, storico negozio della città famoso per offrire i migliori brand di abbigliamento. Lo shop, trasformato per l’occasione in una sorta di flower market, dal 3 al 22 luglio si chiamerà infatti #DGTessabit. Il party di inaugurazione è stato un vero successo, ed ha ospitato anche un artista della casa di moda addetto alla personalizzazione delle nuove borse firmate Dolce e Gabbana.
Dalla piazza ci spostiamo verso le acque del lago, più precisamente verso il piroscafo Patria, ormeggiato davanti a Villa Olmo. L’imbarcazione è stata per anni il simbolo della navigazione sulle acque del lago di Como: considerato uno degli ultimi grandi piroscafi italiani, il Patria viene varato nel 1926 ed ha l’onore di ospitare a bordo perfino il Re d’Italia Vittorio Emanuele III, giunto a Como nel 1927 per il centenario della morte di Alessandro Volta. Un passato affascinante e fortemente legato alla storia del territorio lariano, una storia alla quale Dolce e Gabbana si ispirano, traendo un forte e visibile spunto per creare una collezione speciale di capi uomo, donna e bambino, disponibile dal 4 al 10 luglio proprio sul Patria, che per l’occasione rinfresca la propria immagine e diventa un pop-up store.

dolce e gabbanadolce e gabbanadolce e gabbana

Un esplicito richiamo al Lario ed a I Promessi Sposi, che permeano le creazioni dei due stilisti collocate sul livello inferiore, intermedio e superiore del piroscafo. Sulla terrazza del pontile superiore vi è invece il bar Martini, dal quale è possibile gustare un cocktail mentre si ammira lo splendido paesaggio circostante, in un’atmosfera decisamente romantica.
Il fratello del Patria, ossia il piroscafo Concordia, è invece il protagonista del primo evento ufficiale di questadolce e gabbana settimana, ossia la presentazione della linea di Alta Gioielleria. Giovedì 5 luglio un gruppo di 400 ospiti selezionati fra i quali store manager, buyer e giornalisti del settore sono stati accolti in una blindatissima Cernobbio. Da lì, a bordo proprio del Concordia, sono partiti alla volta di Bellagio, dove ad attenderli vi era una cena ‘in piazza’, nel perfetto stile italiano che impregna la casa di moda, svoltasi in una piazza San Giovanni meravigliosamente illuminata da colori sgargianti. L’intrattenimento è stato affidato al gruppo Casadei ed a Giusy Ferreri, della quale abbiamo apprezzato lo stile sobrio ma al contempo molto pop. 
Una moderna Lucia Mondella rivive nei capolavori di Alta Moda sfoggiati dalle magnifiche top model che hanno sfilato, il giorno successivo, in Tremezzina, fra Villa Mainona e parco Olivelli. Kitty Spencer, Ashley Graham ed Eva Herzigova hanno incantato gli ospiti sfilando con abiti dai colori sgargianti ed accessori fluttuanti nella brezza estiva, senza però dimenticare la femminilità della donna italiana incarnata in abiti meno fastosi, ma da una sensualità tanto celata quanto preponderante. La più attesa di tutti è stata una divina Naomi Campbell, che ha dimostrato come le vere top model continuino a rimanere tali anche dopo aver spento cinquanta candeline. Con un fisico assolutamente perfetto ed un velo di emozione trasparita da un accennato sorriso durante la sfilata, la Venere Nera ha portato in scena uno straordinario abito con corpetto dallo scollo a cuore e gonna molto ampia decorata con fiori e piume, tra l’esotico ed il Barocco che in fondo rimane fil rouge delle creazioni firmate Dolce e Gabbana.

dolce e gabbanadolce e gabbanadolce e gabbana

Alta sartoria è il terzo ed ultimo vero appuntamento della settimana. All’interno di Villa Carlotta sono state dettate le regole per l’abbigliamento maschile, dalle quali percepiamo un sottofondo di linee e tagli classici ma rivisti in uno stile talvolta eccentrico, talvolta magnifico in senso etimologico. Anche qui un forte rimando al Lario e un pizzico di Barocco siciliano, in perfetta linea con i capi per le signore. La serata si è poi conclusa con una cena all’interno di Villa Olmo, animata dalla performance dell’artista Sasha Frolova.
Una settimana da sogno per Como ed i suoi abitanti e turisti, dove arte, bellezza ed italianità hanno saputo valorizzare al meglio le creazioni degli stilisti, permeate da questi stessi elementi, come loro stessi hanno affermato.

dolce e gabbanadolce e gabbanadolce e gabbana

Image source: Facebook @DolceGabbana

You may also like

Leave a Comment