Home » L’assassinio del commendatore: un nuovo Murakami in libreria!

L’assassinio del commendatore: un nuovo Murakami in libreria!

by Diletta Cecchin
410 views
MurakamiIl grande, immenso e amatissimo Murakami Haruki è tornato. Da martedì 18 ottobre, trovate in libreria il suo nuovo romanzo dal titolo L’assassinio del commendatore, edito da Einaudi. Il più grande scrittore giapponese vivente, era dal 2016 che lasciava i suoi lettori a bocca asciutta, quindi l’attesa per questa nuova opera era molta. Attesa e aspettative assolutamente soddisfatte, perché L’assassinio del commendatore è un grande romanzo, paragonabile a 1Q84.
Il protagonista è un pittore, amante dell’arte astratta si adatta a realizzare ritratti pur di sbarcare il lunario. Un uomo come tanti con una moglie come tante. Ma la sua vita è destinata a subire una svolta repentina quando la moglie gli chiede il divorzio. Il nostro protagonista decide quindi di chiudere la propria esistenza in pochi scatoloni, caricarli in macchina e partire per un lungo viaggio. Al ritorno sarà un uomo diverso, deciso a riscoprire se stesso e la propria inclinazione artistica.
E’ a questo punto che la narrazione di L’assassinio del commendatore accelera. Dopo un lungo peregrinare, un amicoMurakami offre al protagonista una sistemazione stabile: potrebbe trasferirsi nella casa del padre, vuota da quando questi è ricoverato in una casa di riposo. L’uomo accetta, anche perché il padre dell’amico è il pittore Amada Tomohiko, uno degli artisti giapponesi più noti. Pensa in questo modo di potersi dedicare alla sua passione, i quadri astratti, vivendo di pochi risparmi. Ma un uomo lo riporterà al mondo dei ritratti, facendogli un’offerta irrinunciabile. Chi è quest’uomo? Quali misteri nasconde? E soprattutto perché è disposto a spendere una cifra altissima per un ritratto? La vita del protagonista non sarà più come prima e a cambiarla sarà il rinvenimento di un quadro sconosciuto, realizzato da Amada Tomohiko e nascosto in soffitta, dal titolo L’assassinio del commendatore.
Una storia sospesa tra reale e fantastico che narra il potere creativo e distruttivo dell’arte, che riflette sulla capacità di sopravvivenza degli uomini, sempre pronti a rigenerarsi sia di fronte a un trauma individuale, come può essere la fine di un amore, sia quando devono fare i conti con un lutto collettivo, come una guerra o un disastro.
Con L’assassinio del commendatore si può dire a gran voce che Murakami è tornato, non con una raccolta di racconti o con un romanzo breve (com’era stato nel 2016 L’assalto alla panetterie), ma con una grande fatica letteraria. Infatti si tratta del primo libro, di una narrazione che occuperà più di duemila pagine. L’uscita del secondo volume è prevista per il 29 gennaio 2019. Un’opera magistrale, che non vi deluderà!
 
Image source: einaudi.it

You may also like

Leave a Comment