Home » Tangerinn: tornare a casa

Tangerinn: tornare a casa

by Diletta Cecchin
62 views

Può un romanzo parlare di una generazione? La risposta è sì. Si tratta della prima opera di Emanuela Anechoum, intitolata Tangerinn, edito da e/o. Un libro che narra di identità, senso di appartenenza ai luoghi, ma anche di anonimato e spaesamento, voglia di fuggire, voglia di tornare. Parla di noi millenials, divisi fra città, sempre con la valigia in mano, pronti a partire, bramosi di tornare.

TANGERINN

La protagonista e voce narrante di Tangerinn è Mina, trent’anni, una vita costruita a tavolino a Londra, dove tutto è apparenza, ogni azione è studiata in base agli effetti che può sortire, al messaggio che può mandare. Mina è approdata a Londra dopo essere fuggita dal suo paesino della Calabria, dove tutti sapevano chi era, la figlia dell’italiana e del marocchino. Una sera però riceve una telefonata dalla madre: il padre è morto a causa di un attacco cardiaco. Mina deve tornare a casa. Fa i bagagli di corsa, prende il primo aereo, e dopo due anni ritorna dove tutto era iniziato. Qui ritrova ovviamente la madre, una figura fragile che non ha mai saputo prendersi cura di lei; la sorella, che ha sposato in pieno la cultura musulmana del padre, indossa il velo e gestisce il bar di famiglia; la nonna, ex militante di sinistra in odore di terrorismo, fuggita da Roma durante gli anni di piombo. In tutto quattro donne profondamente diverse fra loro, che stanno vivendo un momento di lutto intimo e gravoso.

TANGERINN

Il ritorno in Italia diventa occasione per fare i conti con la memoria del padre Omar, immigrato negli anni Ottanta, figura a cavallo tra due mondi e due culture. Omar è una personaggio misterioso, che le figlie fanno fatica a ricostruire. Forse l’unica che l’ha conosciuto veramente, e l’ha amato profondamente, è la madre di Mina, che però custodisce dentro di se il mistero di questo grande amore. Mina, in pochi giorni, viene travolta dalla vita di prima. La famiglia, il bar, l’organizzazione dei funerali e anche una nuova conoscenza, che la spingerà a chiedersi, intimamente, cosa cerca e cosa vuole dalla vita.

Tangerinn è un romanzo denso e malinconico, che ci costringe a fare i conti con le scelte che ognuno di noi fa nella propria vita. Una scrittura fluida, mentale, favorisce un’immersione quasi intima nelle pagine di questo libro. Un’opera prima promettente

Image Source: e/o

You may also like

Leave a Comment