Home » Trema la notte: la vita oltre le macerie

Trema la notte: la vita oltre le macerie

by Diletta Cecchin
52 views

Innocente e disperata, un’altra luna è sorta sullo Stretto. Sotto di lei un tempo sorgevano due città, Messina e Reggio Calabria, ma oggi della loro estinta gloria è rimasto bene poco.

Il 28 dicembre 1908 la terra tremò. Il sisma, di magnitudo 7.1, distrusse Messina e Reggio Calabria. Fu impossibile conteggiare le vittime; si stima che morirono tra le 75000 e 82000 persone. Nadia Terranova, in Trema la notte, pubblicato da Einaudi, fa un salto all’indietro nel tempo per raccontarci la storia di due sopravvissuti al terremoto, una donna e un bambino.

Trema la notte

I protagonisti di Trema la notte sono Barbara e Nicola. Barbara è un giovane donna e vive a Messina. Nicola è un bambino di undici anni e abita a Reggio Calabria. Per entrambi esistere vuol dire essere assoggettati al volere dei genitori. Le catene che legano Barbara sono metaforiche, ma tipiche della condizione femminile di inizio Novecento. Orfana di madre, è stata cresciuta dal padre preoccupato esclusivamente della buona reputazione della figlia. Sarà costretta ad un matrimonio che non vuole con un uomo che a stento conosce. Le corde che legano Nicola, invece, sono terribilmente reali. A legarle intorno ai suoi polsi e alle sue caviglie ci pensa ogni sera la madre, vittima di un amore malato. Per entrambi, il terremoto porta con sé un’inaspettata libertà. Sotto le macerie muoiono i genitori di Nicola, come probabilmente il padre di Barbara. Donna e bambino iniziano ad aggirarsi fra le macerie di due città spettrali. Il destino però li porterà ad incontrarsi. Un incontro che durerà solo pochi minuti ma che influenzerà tutta la loro esistenza futura.

Trema la notte

Trema la notte è un romanzo prezioso per la storia narrata e per la lingua utilizzata. Nadia Terranova adotta uno stile elegante, antico. Riesce ad immedesimarsi totalmente nei pensieri di una ragazza e di un bambino del secolo scorso, alternandoli di capitolo in capitolo. Sia Barbara che Nicola perdono tutto sotto le macerie del terremoto, ma entrambi conquistano la libertà. Una libertà che però porta con se soprusi, violenze, paura; soprattutto per Barbara. Eppure sopravvivono e alla fine scoprono l’amore, declinato in diverse forme. L’immagine che meglio rappresenta il nuovo romanzo di Nadia Terranova è quella di un fiore che spunta dalle macerie. Trema la notte è un romanzo da leggere per ritrovare la fiducia nella forza che ognuno di noi ha dentro di sé.

Image Source: einaudi.it

You may also like

Leave a Comment