Home » l’eleganza di Rouge Dior Ultra Care

l’eleganza di Rouge Dior Ultra Care

by Francesca Marangoni
0 comment 123 views

Dopo le donne, sono i fiori le creazioni più divine”, affermò un giorno Christian Dior. Delicatezza ed eleganza non sono solo i tratti che accomunano queste due creature divine, ma anche la fonte di ispirazione per la creazione dei rossetti Rouge Dior Ultra Care ed Ultra Care Liquid. Non dei semplici rossetti, bensì un vero e proprio trattamento di bellezza (come suggerisce esplicitamente il nome) che si fonde con il cosmetico più amato dalle donne. “Il trattamento è diventato una tappa essenziale del processo creativo”, dichiara Peter Philips, Direttore della Creazione e dell’Immagine del Make-up Dior. Da qui la necessità di creare un connubio fra le due esigenze per soddisfare un’importante richiesta del mercato.

Dior ha pensato alle preferenze di ognuna di noi, dando vita ad una versione stick accostata alla versione liquida. Iniziamo scoprendo la prima, Rouge Dior Ultra Care (€ 37), che si presenta in una scatola color blu notte, sfumatura sensualissima che si sposa alla perfezione con il rosso pieno dell’astuccio, il quale viene impreziosito da una striscia argento in motivo Cannage. Eleganza e discrezione che anticipano il contenuto: il rossetto vero e proprio di presenta in forma cilindrica e stretta, con al centro il logo CD in colore bianco perlato. Se a primo impatto è stata colpita la vista, ora l’olfatto viene rapito dal delicato ma estremamente piacevole profumo di fiori che si respira estraendo il cappuccio. Chiudendo gli occhi, si ha la sensazione di essere trasportati in un campo di fiori durante una splendida giornata primaverile. Merito proprio dell’olio floreale contenuto all’interno.

Le iniziali sono un concentrato di olio di carmelina e dell’olio di jojoba, che oltre a svolgere un’azione cosmetica donano alle labbra il cosidetto finish “mewy”, mat luminoso.  Testando la capacità di scrittura sull’avambraccio è impossibile non rimanere colpiti dal colore, sprigionato con una forza esaltante senza risultare tuttavia esagerato. L’idratazione si percepisce immediatamente, così come la leggera luminosità donata dalle iniziali. 

Esfoliamo leggermente le labbra con un lip scrub al miele, per poi rimuoverlo e passare all’applicazione del rossetto. Fra i 21 disponibili, i colori che abbiamo testato sono il papavero 707 Bliss, il geranio 808 Caress e l’iconico rosso 999 Bloom, lo stesso indossato dalla testimonial Natalie Portman.

La forma del rossetto è perfetta per tracciare il contorno delle labbra seguendo la linea naturale, e l’applicazione è davvero facile anche per chi si approccia per la prima volta all’universo del lipstick. Una passata è sufficiente per riempire di colore le labbra, anche se una seconda è consigliabile pe rendere il colore più vivo ed evidente. Le labbra sono perfettamente coperte, levigate e l’applicazione del colore è uniforme, senza che si concentri nelle piccole pieghe. Il finish glossy è leggero come una goccia di rugiada, e rende questo rossetto adatto ad ogni occasione proprio grazie a questa sua eleganza innata. La sensazione è quella di avere sulle labbra un burro cacao, e l’effetto idratante è percepibile fin dal primo istante in cui si indossa. Perfetto già da solo, se avete in programma un pranzo di lavoro o una cena vi consigliamo di abbinarlo ad una matita labbra per prolungarne la durata (che rimane comunque impeccabile per ore, anche con sbalzi di temperatura) ed evitare piccole sbavature lungo i contorni.

Un applicatore a petalo è invece ciò che vi aspetta se acquistate la versione liquida del rossetto, ossiaRouge Dior Ultra Care Liquid (€ 37). Un infuso di olio di carmelina, mandorla dolce e burro di karitè per un’idratazione duratura. I colori testati sono il rosso mattone 635 Ecstase e l’aranciato caldo 707 Bliss. La confezione si presenta simile alla versione stick, salvo una metà dell’astuccio in plastica trasparente satinata, che permette da subito di vedere la sfumatura del rossetto. Anche la profumazione risulta essere la stessa, ma l’intensità del colore sulla pelle risulta essere maggiore, dal finish è completamente mat.  A differenza di molti altri rossetti liquidi, l’applicazione sulle labbra si rivela davvero semplice. Scaricate il colore in eccesso dall’applicatore e posizionate la punta del petalo in corrispondenza dell’arco di Cupido. Tracciate ora la linea del labbro superiore destro, e poi fate lo stesso sull’altra. La punta vi servirà poi per disegnare anche il bordo del labbro inferiore; infine deliziate le vostre labbra con il tocco vellutato del petalo per avere una stesura uniforme. Il colore si deposita sulle labbra in maniera molto omogenea, senza creare grumi o punti di colore più carichi sui contorni. Dopo un paio di minuti il colore si deposita definitivamente e il rossetto sarà davvero impercettibile, come una nuvola di panna montata delicatamente posata sul nostro viso. Abbiamo indossato il rossetto un pasto completo, e la tenuta si è rivelata impeccabile, leggermente migliore rispetto alla versione stick. 

Lasciatevi avvolgere dalla magia del rossetto, che è sempre un’ottima cura – grazie a Dior, anche letteralmente!

Image source: Pinterest; Instagram (@diormakeup)

You may also like

Leave a Comment