Home » Premio Strega 2023: i candidati e le strategie

Premio Strega 2023: i candidati e le strategie

by Diletta Cecchin
272 views

Gli amanti della lettura e dei libri, ogni anno, attendono con ansia e trepidazione un evento. Una chermese, al pari del Festival di Sanremo, che fa nascere scommesse, strategie, commenti a volte bonari a volte velenosi, discussioni sui giornali e nelle librerie. Di cosa stiamo parlando? Ovviamente del Premio Strega; il più alto riconoscimento italiano (ed europeo) per gli scrittori di narrativa.

Premio Strega

Anche quest’anno, puntuale come un treno svizzero, la macchina del Premio Strega ha iniziato a muoversi il 1 marzo, quando sono stati annunciati gli ottanta titoli proposti dagli Amici della domenica. Ma come funzionano queste candidature? E soprattutto chi sono gli Amici della domenica? Cito testualmente dal sito del concorso, con Amici della domenica si identificano «i componenti del gruppo che si riuniva in casa Bellonci (luogo romano in cui è nato il premio) il pomeriggio della domenica». Inizialmente, nel 1947, erano solo centosettanta Amici, ormai siamo oltre i quattrocento. Ognuno di loro può proporre un titolo pubblicato tra il primo di marzo dell’anno precedente e il 28 febbraio di quello corrente. Quest’anno siamo appunto a ottanta candidature, un numero da record.

Premio Strega

 

Ovviamente poi i titoli saranno scremati per raggiungere la famosa dozzina, che verrà annunciata esattamente oggi, giovedì 30 marzo. Chi si occupa della scrematura? Il Comitato direttivo del premio, composto da celebri nomi tra cui troviamo: Pietro Abate, Paolo Giordano, Dacia Maraini, Melania Mazzucco, che è anche la presidente, e molti altri. Di dodici però alla fine ne rimarranno solo cinque, che si contenderanno la famosa bottiglia di Liquore Strega e il premio da cinquemila euro, durante la serata finale, che sarà il 6 luglio nella magnifica cornice di Villa Giulia a Roma.

Premio Strega

Fra gli ottanta titoli proposti per il Premio Strega 2023 ci sono nomi che spiccano, come Matteo B. Bianchi con La vita di chi resta, proposto da Paolo Cognetti, romanzo di cui vi ho parlato la settimana scorsa. Maria Grazia Calandrone con Dove non mi hai portata, una storia commovente dalla scrittura altissima. Ragazze perbene, di Olga Campofreda, lingua innovativa, storia attanagliante e un nuovo progetto editoriale della Casa Editrice NN. L’isola dei battiti del cuore, di Laura Imai Messina, una scrittrice molto amata dal pubblico. Non posso elencarveli tutti, li potete facilmente trovare online e in ogni caso già oggi ne verranno eliminati ben sessantotto.

Premio Strega

Spiccano anche alcune assenze, come Daniele Mencarelli e Niccolò Ammaniti. È probabile che dietro la loro non candidatura si nascondano strategie editoriali. Sono nomi talmente noti e amati dal pubblico che, con la sola presenza, offuscherebbero altri nomi minori della stesse case editrici. Ora non vi resta che scommettere in attesa di sapere chi vincerà il Premio Strega 2023!

Image Source: glicineassociazione.com

You may also like

Leave a Comment