Home » Louis Vuitton, la sfilata Cruise 2024 tra arte, moda e cultura

Louis Vuitton, la sfilata Cruise 2024 tra arte, moda e cultura

by Giulia Panzetti
183 views

A stupire ancora una volta è il “Bel Paese”, quella porzione di terra chiamata “stivale” che giace sulle rive del mar Mediterraneo, terra figlia di una cultura artistica risalente ad un’epoca lontana; quell’epoca in cui la natura e l’uomo si compensavano. Celebratasi in modo esclusivo e coinvolgendo solo una piccola parte di spettatori di “nicchia” come ad esempio Oprah Winfrey, Cate Blanchett, Emma Stone e Chiara Ferragni, il 24 maggio 2023 sull’Isola Bella, perla del Lago Maggiore, per la prima volta in Italia, la sfilata Cruise 2024 ha saputo emozionare il pubblico anticipando le tendenze per i look protagonisti della fashion season 2024.

Cruise 2024

Protagonista esclusivo il Brand Francese Louis Vuitton che, con alla guida del direttore creativo Nicolas Ghesquière, ha dato vita ad un capolavoro artistico per il gruppo LVMH unico ed inimitabile. Spettacolo artistico che ha messo in scena arte, moda e cultura sulle spoglie di una trama fiabesca, che segue il mito e la magia dell’acqua e dei colori della natura.

Cruise 2024

Richiamando le origini dell’isola lacustre gli outfit si tingono di blu, verde e colori tenui. Non poteva mancare il nero, l’argento, tinte di bianco; le calzature sono sobrie e variopinte, comode e pratiche dato il terreno poco pratico per sfilare con tacchi vertiginosi (anch’esse richiamano i colori dell’ambiente marino). L’sola, che in passato era come un piccolo scoglio adornato di casette, in dialetto locale chiamata “Isola Bela”, questa terra fa parte di un piccolo arcipelago di isolette conosciute come isole Borromee (dal nome dell’antica famiglia proprietaria, la Famiglia Borromeo).
Magnifica nel suo insieme, l’isola misura 320 metri in lunghezza e 180 di larghezza; principalmente occupata dal rilassante giardino all’italiana e da un giardino botanico che ospita diverse varietà di piante esotiche, dà origine ad un binomio fatto di arte e natura. Appartenente alla regione Piemonte, sotto il comune di Stresa è di sicuro uno dei luoghi più suggestivi ed accattivanti per celebrare un evento come la Cruise 2024. Dal punto di vista storico si dice che villa ubicata sull’isola abbia visto il passaggio di Napoleone e che fu sede dell’incontro tra Mussolini, Pierre Laval e MacDonald nel 1935 (Conferenza e accordi di Stresa).

Cruise 2024

A sfilare per il parco abiti dalle nuances che richiamano la natura; l’acqua ed il regno animale. Tessuti, elementi e tagli che richiamano la storia dell’isola quali le corde (usate dai pescatori), le reti, paillettes (usate per riprodurre l’effetto cromatico delle squame), giacche con colletti a mo’ di branchie.

Cruise 2024

Giacche cropped che riproducono le nervature delle pinne ed abiti voluminosi che sanno di fiabesco e candido, minivestiti di seta panneggiati, capi sartoriali realizzati in neoprene (materiale utilizzato per la realizzazione delle mute da sub); a chiudere in bellezza non potevano mancare maschere e headpiece, che con un tocco maestoso donano un effetto regale tutto all’Italiana.

Cruise 2024

Tutto concorre alla formazione di un’atmosfera che richiama il mondo della Sirenetta e delle creature marine (scelta non casuale data l’uscita – programmata per lo stesso giorno, il 24 maggio – del capolavoro cinematografico di Rob Marshall per Walt Disney de La Sirenetta). Modelli e creazioni saranno disponibili sul mercato a partire da novembre 2023.

Image Source: Getty Images

You may also like

Leave a Comment