Home » Entri da OVS ed esci in Gaultier!

Entri da OVS ed esci in Gaultier!

by Paola Ferrario
210 views
Ovs

Jean Paul Gaultier

L’enfant terrible della moda colpisce ancora, è in arrivo una capsule collection molto speciale da OVS, quella di Jean Paul Gaultier.
Anche se ha già spento la bellezza di 64 candeline, Jean Paul Gaultier resta un enfant terrible ironico e sorprendente. Lo dimostra una volta ancora mettendo il suo estro creativo a servizio di una capsule da sera per un marchio pop e democratico: OVS.
Quella di Gaultier per Ovs è probabilmente una delle capsule collection più attese del momento. La sua visione della moda ha contribuito a rendere le Jean Paul Gaultierrighe alla marinière un must have e a consacrare star come Madonna (ricordate un certo corsetto con reggiseno a punta?). Ora, la sua creatività s’intreccia con il mondo Ovs: dal 18 novembre 2016, su ovs.it, sarà disponibile la capsule collection Jean Paul Gaultier for Ovs, in arrivo in alcuni store selezionati il 19 novembre. E ad aumentare il desiderio rispetto alla collezione ci pensa la campagna pubblicitaria, fresca d’uscita. Gli scatti vedono figure delle carte da gioco su di una scacchiera. E qui arriva il primo indizio rispetto ai look della collezione: vedremo molto bianco e nero, essendo che, per realizzarla, Gaultier si è Ovsispirato agli scacchi e alla carte da gioco.
Scattata dal fotografo spagnolo Eugenio Recuenco (le cui opere sono esposte al Museo Reina Sofia di Madrid e al BAC di Barcellona), la campagna è ambientata in un mondo fantastico, dove spicca un pavimento a scacchiera bianco e nero mentre figure che richiamano il Re, la Regina, l’Alfiere, il Cavallo e la Torre del gioco degli scacchi si stagliano contro un cielo azzurro, attraversato da nubi leggere (gli scacchi e le carte da gioco sono uno dei temi principali della collezione).
In questa visione onirica irrompe il marinaio con la maglia a righe e il tipico cappello bianco, ironico simbolo dell’irriverenza di Jean Paul Gaultier! Pronte a stare davanti al computer venerdì?

Image Source: sito Ovs e Vogue

You may also like

Leave a Comment