Home » CBD: sfatiamo un mito

CBD: sfatiamo un mito

by Federica Livio
123 views

Fino a pochi anni fa, il CBD o cannabidiolo era una sostanza sconosciuta ai più. La canapa, o cannabis, era stata infatti inserita da quasi tutti i Paesi nella lista delle droghe, senza tenere conto delle sue molteplici caratteristiche che la rendono un alleato utile nel trattamento di moltissime patologie fisiche e mentali. Come si reagisce alla disinformazione? Semplicemente, documentandosi! Infatti, dal fiore di questa pianta  – e, in minor misura, anche di altre specie vegetali – si ottiene il CBD, una sostanza priva di effetti psicotropi, ma ricca di proprietà. Una volta estratto, il CBD viene poi generalmente aggiunto ad un olio vegetale vettore per favorire la diluizione e quindi l’assunzione. Sono recentemente venuta in contatto con un’azienda tedesca, Hemproutine, che commercia prodotti al CBD vegani e sostenibili e ho provato l’olio di CBD a spettro completo 5%. Ho scelto l’olio con una concentrazione minore di CBD in quanto non lo avevo mai provato e volevo iniziare piano piano, abituando il mio corpo all’introduzione di una nuova sostanza e il mio obiettivo era trattare la stanchezza, che mi accompagnava anche al risveglio, e il lieve mal di testa alla fine di ogni giornata.
Come si usa l’olio al CBD? 10 gocce al giorno sotto la lingua, la mattina per affrontare la giornata con la giusta dose di relax, o la sera per dormire meglio. Ci sono anche prodotti con diverse percentuali di sostanza, ognuna dedicata ad un obiettivo specifico. Mi sono poi informata sull’azienda, che ha una vision innovativa e rispettosa dell’ambiente: infatti, dona il 10% dei  profitti a progetti di protezione del clima in Europa e riduce la plastica degli imballaggi e le emissioni di sostanze inquinanti.

CBD

  • Com’è nata l’azienda, sulla basi di quali studi e quali background?

Moritz e Niklas sono le due giovani menti dietro il brand di Hemproutine. L’avventura di Hemproutine comincia in Germania, patria dei fondatori, nel 2019 sotto il nome tedesco di Hanfgeflüster.  È stato proprio Niklas, dopo aver soggiornato a lungo negli USA, ad essere il primo ad appassionarsi di CBD, essendo stato un prodotto portentoso per curare la sua emicrania cronica, ma di scarsa reperibilità in Europa. Per produrre i nostri oli ci siamo affidati a sviluppatori, biomedici e fornitori esperti. Il nostro olio di CBD è composto da estratti naturali, come cannabinoidi e terpeni e soddisfa i più alti standard di qualità. Usiamo solo canapa coltivata in Europa e prodotta da agricoltori di grande esperienza. Il nostro olio viene estratto con un metodo di estrazione innovativo e brevettato e facciamo testare regolarmente i nostri prodotti in un laboratorio accreditato. Infine i nostri prodotti non sono mai stati testati sugli animali, sono vegani e creati nel rispetto dell’ambiente.

CBD

  • Ci spiegate bene la differenza fra THC e CBD?

Il CBD è uno dei composti, noti come cannabinoidi, che si trovano all’interno della pianta di cannabis. In particolare, il CBD è estratto dal fiore e dalle foglie della pianta di Canapa femmina.  Il CBD non va confuso appunto con il THC, ovvero l’ingrediente più attivo della marijuana che ha un effetto ben diverso rispetto al CBD. Mentre il THC, se assunto, altera la mente, il secondo non è psicoattivo, non modificando lo stato mentale della persona.

  • Come vi regolate con le diverse leggi nei vari Paesi europei? Per esempio, in Italia c’è molta incertezza normativa e si sta facendo un passo indietro in merito…

L’organizzazione mondiale della Sanità ha più volte ribadito le proprietà terapeutiche del CBD e ne ha più volte sollecitato l’eliminazione dalle tabelle delle sostanze vietate proprio perché privo di effetti psicoattivi.  Anche la Commissione droghe dell’Onu ha eliminato la cannabis dalla IV tabella della Convenzione 1961 col voto favorevole dell’Italia.  E sebbene la legalizzazione si sia dimostrata in Europa e negli Stati Uniti una strategia utile per ridurre il potere e il valore del mercato nero, in Italia continua ad essere demonizzata.  La Svizzera rappresenta un esempio utile per analizzare gli effetti di un approccio meno proibizionista. Il mercato della canapa legale a basso contenuto di THC sta decollando, sono stati creati nuovi posti di lavoro e tutte le vendite dei prodotti legali vengono tassate a beneficio della comunità,  anziché a beneficio della criminalità.  Anche la Germania va verso la legalizzazione della Cannabis, ormai una prassi comune negli Stati democratici e civili. Se l’Italia non sarà pronta neanche quest’anno, sarà destinata a rimanere indietro.  Malgrado questi pregiudizi ideologici siano ancora radicati in Italia, non potranno pregiudicare la nostra azienda poiché la Corte di Giustizia europea, nella sentenza sul caso Kanavape del 2020, ha affermato che la commercializzazione di beni contenenti CBD prodotti legalmente in uno Stato membro dell’UE non può essere proibita all’interno del mercato comune.

CBD

  • CBD e sport: quale relazione?

Nel 2018, l’Agenzia antidoping mondiale (WADA) ha ufficialmente rimosso il cannabidiolo dalla lista delle sostanze proibite. Da quel momento in poi, è diventato un perfetto alleato degli atleti e degli sportivi.  Anche Hemproutine ha sviluppato un olio ad hoc per gli sportivi. Il nostro olio CBD al 10% sport è senza terpeni e non contiene THC. Il cannabidiolo può avere effetti antinfiammatori, neuroprotettivi e analgesici, ed è considerato un efficace rimedio naturale in caso di traumi, contusioni o stati infiammatori. Può favorire la prevenzione di crampi e lesioni muscolari e può anche ridurre gli effetti negativi di un allenamento intenso e prolungato, contrastando nausea e la sensazione di stanchezza.  Inoltre, gli sportivi sono spesso soggetti a stati d’ansia e stress che ne compromettono le prestazioni ed è per questo motivo che viene apprezzato anche per la sua capacità di influire sulla qualità del sonno e ridurre lo stress, migliorando le prestazioni atletiche.

CBD

  • Cosa consigliate per chi vuole approcciarsi all’utilizzo dei vostri prodotti? Come scegliere il dosaggio e la percentuale di CBD adatta?

Sul nostro sito web (www.hemproutine.it) troverete diverse concentrazioni. Il nostro olio al 5% è particolarmente adatto per i disturbi lievi e può essere preso al mattino, per esempio, per iniziare la giornata già rilassati.  La concentrazione al 10% è quella più amata. Questo olio è particolarmente consigliato a chi soffre di stress, ansia, disturbi del sonno o lievi dolori mestruali.  Infine, per dolori più consistenti abbiamo la nostra concentrazione al 15%. È per esempio suggerito per chi soffre di insonnia o forti emicranie. Per quanto riguarda il dosaggio, non vi è un dosaggio universale uguale per tutti. Quello che consigliamo è di iniziare con un dosaggio basso, 3-5 gocce al giorno, e di aumentarlo se l’effetto desiderato non si verifica. La modalità orale più efficace di assunzione del CBD è quella che prevede di applicare le gocce di olio sotto la lingua. In questo modo, attraverso i capillari presenti nella bocca e sotto la lingua, si permette il passaggio del cannabidiolo direttamente nel sangue. 

Grazie per questa intervista ricca di informazioni, ancora purtroppo poco diffuse: credo molto nel potere dei rimedi naturali e nell’utilizzo di sostanze di derivazione vegetale per il trattamento dei disturbi più disparati. Il mio augurio, per i prossimi anni, è che anche la medicina tradizionale vada in questa direzione!

You may also like

Leave a Comment