Home » Violenza contro le donne: tutte le ultime invenzioni per sentirsi al sicuro!

Violenza contro le donne: tutte le ultime invenzioni per sentirsi al sicuro!

by Opinion Leader
116 views

Tra gli effetti meno prevedibili della diffusione degli smartphone ci potrebbe essere quello di offrire uno strumento di prevenzione contro un altro fenomeno in crescita globale: la violenza contro le donne. Le protagoniste sono le app, dagli Stati Uniti il vicepresidente Biden ha lanciato la sfida per la creazione della miglior applicazione anti-aggressione dopo aver saputo gli ultimi dati che parlano di una donna su cinque vittima di violenza nel corso della propria vita.
I primi sviluppatori a raccogliere la sfida sono stati gli italiani, l’app si chiama SecurWoman, prodotta da Arxit in collabrazione con l’operatore telefonico BT.
È più di un app, perchè conta su un servizio attivo 24 ore su 24 e costa 29,90 euro all’anno.
Se si pensa di dover affrontare una situazione di rischio, o causa di ansia come rientrare la notte da sole, si attiva il servizio e in caso di pericolo basta scuotere lo smartphone.
L’allarme raggiunge un addetto del centro operativo, che chiama subito l’utente e trasferisce la segnalazione alle forze dell’ordine o di soccorso, assieme alla posizione di chi ha chiamato.
Il tutto anche se chi ha dato l’allarme non risponde.
La sfida di Joe Biden è stata anche raccolta da una donna norvegese, madre di tre figli e priva di competenze tecnologiche. L’app si chiama bSafe e consiste nel premere un pulsante che fa partire in contepoaranea una sirena, sms, e telefonate ad amici prestabiliti.
Lo smartphone avvia anche la registrazione audio-video, nel malaugurato caso possa servire come prova.
Le chiamate da numero sconosciuto sono un’osessione per chi è vittima di stalking. Per scoprire il numero vero di chi si protegge dietro l’anonimato si può scaricare l’app Whooming, che ha già superato un lungo periodo di rodaggio.
Ma non solo app, quattro studenti dell’Università della North Carolina hanno inventato Undercover Colors, uno smalto per le unghie che immerso nel drink in cui è stato versato un sonnifero o la droga dello stupro, il GHB, cambia colore.
Si agita il cocktail con il dito, e parte l’allarme.
Non vi sentite già più al sicuro? Cosa ne pensate?

You may also like

Leave a Comment