Home » Storia di una Summer Soft: intervista a Laura, consulente di Armocromia

Storia di una Summer Soft: intervista a Laura, consulente di Armocromia

by Federica Livio
287 views
Sono una “Summer Soft”.
Che cosa significa? – vi starete chiedendo – o forse, se avete letto l’articolo della nostra Francesca, qualcosa già sapete…Ebbene sì, sto parlando di Armocromia e, nello specifico, della consulenza che ho fatto da Laura Pizzi di UPtoMi.
E, quindi, tornando a noi…sono una Summer Soft: capelli biondo cenere, occhi grigio-verdi, sottotono freddo, complesso cromatico medio-alto, ma contrasto medio-basso. Al confine con Autumn Soft, fattore che allarga le possibilità, includendo anche i toni di una palette confinante!
Per rendere più chiaro il discorso, la mia analisi cromatica è affine a quella di Sienna Miller e Jennifer Aniston (ma senza Brad Pitt…).
Dall’analisi dei miei colori naturali e di tutto ciò che a loro è connesso, dall’osservazione dei drappi e da un’attenta valutazione di contrasti e cromie, emerge che i miei toni jolly sono il malva, il verde oliva, il verde militare, il tortora, il grigio e il blu polvere. Oltre a questo, ho avuto un sacco di indicazioni in merito a make-up, must-have, accessori, palette smalti…ma non voglio rivelarvi troppo, perché una consulenza di Armocromia è qualcosa di strettamente personalizzato e anche un bel momento da dedicare a se stesse, guardarsi allo specchio e riscoprirsi.
Per questo ho scelto di lasciare la parola a Laura, la mia consulente, che ha risposto per voi a qualche domanda.
 
Armocromia
 
  • Che cos’è l’Armocromia?
L’Armocromia è l’arte che, attraverso un’analisi dei colori personali (pelle, occhi, capelli), definisce per ciascuno di noi una palette di colori che vengono definiti “amici” e che, indossati attraverso accessori, abiti e trucco, ci permettono di valorizzare il nostro viso in termini di brillantezza e luminosità.
Per me l’Armocromia è molto di più: è ritrovare se stesse, è guardarsi allo specchio con un occhio “reale”, non distorto dai nostri vissuti e dai nostri complessi, è concedersi del tempo per guardarsi negli occhi e riscoprirsi nell’anima. Spesso l’analisi del colore e la scoperta della propria palette coincidono con un avvicinamento profondo al proprio io, alla propria identità.
Armocromia è lo stupore negli occhi di chi si guarda allo specchio struccata e si scopre bella e raggiante grazie all’uso dei colori giusti.
 
Armocromia
  • Come influisce sulla propria immagine – su come ci si vede e come ci vedono gli altri?
L’armocromia è legata alla percezione e quindi potenzialmente a tutto ciò che  riguarda il rapporto che abbiamo con noi stessi, con gli altri e con il mondo che ci circonda. Guardarsi e scoprirsi belle attraverso l’analisi dei drappi colorati, sorridere a noi stesse davanti allo specchio nel riconoscere che un colore ci sta bene e ci fa stare bene, ci consente di avere maggiore consapevolezza di noi e del nostro modo di porci agli altri. Allo stesso modo, chi ci guarda non potrà fare a meno di vedere la luminosità che emana il nostro viso, ci vedrà raggianti e belle non solo esteriormente, ma nell’interezza della nostra persona e non potrà fare a meno di comunicare con noi in maniera positiva e complice. La costruzione della relazione partirà da un assunto positivo e farà sentire bene entrambi.
 
Armocromia
  • Quindi non è vero che “il nero va con tutto”?
Qui si potrebbe scrivere un libro, un trattato sull’utilizzo del tanto adorato NERO! La maggior parte delle persone incontrate fino ad oggi mi dice “non mi togliere il nero!”, “il mio armadio è tutto nero”, “il nero è facile da abbinare”. Tutte affermazioni che comprendo, ma che poco hanno a che fare con l’armocromia, perché l’armocromia deve essere uno strumento e non un limite, quindi, se è vero che il nero non “valorizza” tutti, è pur vero che nessun colore è proibito.
Il nero, nel caso dei sottotono freddo potrà essere abbinato a tutti i colori della palette di appartenenza, compreso il blu scuro in stile Giorgio Armani, perfetto per le appartenenti alla stagione “Winter Deep”.
Nel caso di sottotono caldo la faccenda si complica un po’, perché il nero risulta essere un colore che tende a “coprire”, a non valorizzare… e allora come fare?! Sarà sufficiente indossare gioielli in palette, per esempio orecchini e collana dorati per rendere una t-shirt nera adatta anche ad un Autunno!
 
Armocromia
  • Quali connessioni puoi ipotizzare tra Armocromia e altre discipline?
L’armocromia può essere connessa a tutte le aree percettive e di conseguenza alle più svariate discipline. Siamo forse più abituati a vederla associata al design e alla pittura, ma è sorprendente come possa trovare spazio nell’ambito del food, delle fragranze e dei fiori, fino ad arrivare alla connessione più profonda della terapia psicologica e alla percezione del nostro corpo e delle nostre forme.
Come è noto, i colori hanno svariati significati, alcuni più oggettivi e determinati dalla psicologia dei colori, altri più soggettivi legati ai ricordi e ai vissuti di ognuno di noi. Dunque, quando li indossiamo ci vestono non solo per il loro colore, ma anche per ciò che rappresentano per noi.
Il legame tra Armocromia e Forme del corpo è stretto, come un nodo che tende a fondere le parti di una stessa corda: il noi di apparenza e il noi emotivo.
Armonizzare questi due “noi”, aiutare a connetterli, legarli a nodo tra loro ci permette di valorizzare maggiormente noi stessi nell’interezza del nostro essere.
 
Armocromia
  • Come l’Armocromia può aiutare a livello psicologico?
L’armocromia influisce sulla nostra autostima: siamo inclini a camuffare e a nascondere, mentre l’armocromia ci insegna ad armonizzare e valorizzare ciò che già è nostro e lo fa in maniera semplice come indossare una t-shirt del colore jolly. In un mondo dove l’apparenza spesso viene definita di per sé superficiale, possiamo scoprire che può invece avere un valore psicologico profondo grandissimo.
Indossare capi in palette mette in evidenza la nostra personalità e il nostro modo di essere, valorizzando gli aspetti positivi; imparare ad indossare i colori giusti ci permette di relazionarci meglio anche con gli altri che immediatamente noteranno una luce nuova, un’aura brillante e inizieranno a chiedersi quale sia il motivo di tale luminosità.
Quindi, per rispondere alla tua domanda, l’armocromia può aiutare a livello psicologico in svariati modi, alcuni più razionali altri più inconsci, ma sempre e comunque in armonia con quello che siamo.
 
Armocromia
 
Grazie Laura, sei stata davvero preziosa. E hai giustamente nominato un’altra disciplina, l’analisi delle Forme del Corpo, strettamente connessa al discorso che stiamo svolgendo: chissà che a breve non ci sia l’occasione per approfondire anche questo…

You may also like

Leave a Comment