Home » Donne detective: quando il giallo si tinge di rosa

Donne detective: quando il giallo si tinge di rosa

by Diletta Cecchin
192 views

donneLo dicono tutti: noi donne abbiamo una marcia in più quando si tratta di indagare. Siamo fini osservatrici, pronte a guardare oltre le apparenze, è difficile che desistiamo prima di aver raggiunto il nostro obiettivo. Queste sono doti fondamentali per un buon detective, eppure nella letteratura gialla le donne vivono spesso in ombra: spesso assassine, raramente investigatrici. I protagonisti più famosi, da Sherlock Holmes a Poirot, da Maigret fino al moderno commissario Montalbano, sono tutti uomini. Ma ogni tanto gli scrittori riescono a sorprenderci, mettendo nelle mani di una donna il buon esito di un’indagine. Ecco alcuni romanzi in cui il giallo si tinge di rosa.
In L’ora di punta di Nora Venturini, edito da Mondadori, la protagonista è Debora Camilli, taxista romana di anni venticinque. Nel passato di Debora c’è il concorso per entrare in polizia, vinto con ottimi risultati; purtroppo però la vita per lei ha avuto altri programmi: il padre morendo le ha lasciato in eredità la licenza del taxi Siena 23, e Debora ha dovuto accantonare i propri sogni per aiutare economicamente la famiglia. Ma il destino la va a cercare: un giorno Debora carica sul taxi una bella signora che le chiede di aspettarla davanti al portone di un palazzo, da quel portone non uscirà più. L’anima da detective risveglia in Debora che inizia ad indagare su questa misteriosa morte. Un giallo fresco in cui non manca una rapida ma intensa storia d’amore. 
donneI panni della detective sono vestiti da una professoressa di filologia specializzata in studi petrarcheschi in La parrucchiera di Pizzuta, primo romanzo di Nino Motta, pseudonimo dietro cui si nasconde il giornalista e scrittore Paolo Di Stefano, pubblicato da Bompiani. Rosa Lentini decide di prendere una lunga aspettativa dall’università per indagare su una morte avvenuta anni prima nel suo paesino d’origine, Pizzuta in Sicilia. L’assassino di Nunziatina Bellofiore, giovane parrucchiera uccisa nel lontano 1956, è rimasto per troppo tempo sconosciuto e Rosa, con l’aiuto della madre ottantenne e utilizzando gli strumenti dell’indagine filologica, decide di far luce su quei terribili eventi. Un cold case nella rovente Sicilia, in cui non mancano splendide ambientazioni e ottimo cibo.
donneLa passione per le indagini può nascere anche in tenera età. E’ il caso di Flavia De luce, giovanissima protagonista di una serie scritta da Alan Bradley, pubblicata da Sellerio. Il primo capitolo della saga, dal titolo Flavia De Luce e il delitto nel campo dei cetrioli, vede l’undicenne amante della chimica come Sherlock Holmes, indagare sull’omicidio di un uomo il cui cadavere è stato abbandonato all’ombra di una pianta di cetrioli.
Infine, se il giallo al femminile vi appassiona, non potete perdervi le indagini di Pedra Delicado, nata dalla penna di Alicia Giménez-Bartlett, o le autopsie di Kay Scarpetta, raccontate da Patricia Cornwell.
E ditemi mie care donne: voi è mai capitato di risolvere un mistero?

Image source: ibs.it 

You may also like

Leave a Comment