Home » C’era due volte: il thriller da regalare a Natale

C’era due volte: il thriller da regalare a Natale

by Diletta Cecchin
50 views

Dal cielo piovono uccelli morti. Un uomo si sveglia, in una camera d’albergo, convinto che sia il 2008, ma in realtà è il 2020. La sua memoria ha completamente cancellato dodici anni di vita vissuta. Uccelli morti, vuoti di memoria, viaggi nel tempo… penserete che vi stia parlando di un romanzo fantasy o fantascientifico. E invece no, si tratta del ritorno in libreria del maestro del thriller francese, Franck Thilliez. C’era due volte, pubblicato in Italia da Fazi, vi lascerà senza parole.

C'era due volte

Vi avevo già parlato di questo autore, in occasione dell’uscita del suo romanzo precedente, intitolato Il sogno. Anche in questo caso, Thilliez si conferma un abilissimo narratore, un giocoliere che ama tendere tranelli al lettore. Ci sono alcuni temi ricorrenti nei suoi romanzi: i vuoti di memoria, le amnesie, i sogni iperrealistici. Sono tutti elementi che gli permettono di intrecciare le vicende, creando una suspense che raramente gli altri autori di crime story raggiungono. Ma non vi preoccupate, nonostante queste ricorrenze, ogni libro è auto conclusivo e assolutamente non ripetitivo. Il protagonista di C’era due volte è il tenente Gabriel Moscato. È lui che si sveglia nella camera 7 di un albergo in un piccolo paesino delle Alpi, completamente privo degli ultimi dodici anni di vita. Anni passati alla ricerca della figlia scomparsa nel nulla. Nel 2008 si era recato all’Hotel de la Falaise proprio per indagare sul registro degli ospiti, convinto che fra quei nomi ci fosse il rapitore di Julie. Si era chiuso nella stanza 29 e dopo ore di lettura, si era assopito. Cosa ci fa quindi nella camera 7? Perché piovono uccelli morti dal cielo? Cosa è successo dal 2008 ad oggi? E soprattutto centra qualcosa col ritrovamento del corpo di una giovane donna avvenuto proprio quella mattina?

C'era due volte

Le domande sono molte e tante altre sorgeranno nella mente del lettore. Per esempio: chi è realmente Gabriel Moscato? Un padre affranto e disperato per la scomparsa della figlia oppure un uomo violento che ha aggredito il suo migliore amico rendendolo invalido? Ci troviamo di fronte a un moderno Dottor Jeckill e Mr Hyde, che gira con documenti falsi e una faccia da delinquente? C’era due volte è il thriller perfetto. Una partita di scacchi, un ciondolo che nasconde un meccanismo segreto, una casa labirintica… Verrete ammaliati da queste pagine. E i lettori più fedeli di Thilliez, quelli che hanno letto anche il suo primo romanzo Il manoscritto, saranno premiati!

Image Source: Unsplash

You may also like

Leave a Comment