Home » Smagliature, come combatterle con l’alimentazione!

Smagliature, come combatterle con l’alimentazione!

by Opinion Leader
24 views

Ci sono specifici momenti della vita in cui le smagliature sono in agguato: pubertà, gravidanza, menopausa e repentini sbalzi di peso. Se la pelle non è elastica o resistente, non tiene di fronte a eccessivi stress e sollecitazioni e si strappa. Le strie, o smagliature, sono appunto questi cedimenti dell’epidermide. Una volta formatesi, le smagliature sono quasi impossibili da cancellare completamente (a meno che non si ricorra alla chirurgia estetica e al laser) ma si possono attenuare con cosmetici specifici, make up e attenzione allo stile di vita. La prevenzione resta, dunque, la strategia anti-smagliature più efficace. Quindi, nei periodi critici, è opportuno nutrire la pelle dall’esterno con oli e creme elasticizzati così come è importante fornire un giusto apporto nutrizionale dall’interno, che garantisca forza, resistenza e idratazione all’epidermide.

Oli vegetali per nutrire la cute

smagliature

Il grasso è sempre associato a un qualcosa di negativo e malsano. Invece, i grassi sono fondamentali per il perfetto equilibrio del nostro organismo così come sono importanti per la bellezza di pelle e capelli. Anche perché non tutti i grassi sono uguali: ci sono i grassi cattivi e quelli buoni. Tra questi ultimi rientrano il nostrano olio extra vergine di oliva, ma anche l’olio di girasole, di mais e di arachide. Della prima categoria (quella da evitare), invece, fanno parte tutti i grassi idrogenati (grasso di palma, colza, cocco o di provenienza non specificata sull’etichetta dei cibi). Quindi, mai dimenticarsi di condire insalata e piatti, a crudo e con un olio buono. Questo perché i grassi vegetali contengono una buona quantità di acidi grassi essenziali (tra cui gli Omega 3), che ristabiliscono il corretto apporto idrolipidico dall’interno: la pelle è così rinforzata e protetta in profondità. Quindi, anche le smagliature hanno terreno meno fertile. Un’altra ottima fonte di acidi grassi essenziali è l’avocado, meglio ancora se in insalata con altri vegetali e pesce.

La vitamina C anche per la pelle

smagliature

Fare incetta di vitamina C non serve soltanto a rinforzare il sistema immunitario ma è anche una riserva di bellezza ed energia per l’epidermide. Infatti, questa vitamina protegge vasi sanguigni e capillari, migliorando il funzionamento del micro circolo. Migliore circolazione del sangue significa anche maggiore ossigenazione dei tessuti e della pelle.
Per fare il pieno di questa preziosissima vitamina, è necessario assumere cibi che la contengano in grande quantità come gli agrumi. In vetta alla classifica tra gli agrumi più vitaminici, troviamo limone e arancia rossa. L’ideale sarebbe consumarli interi, privati solo della buccia esterna e non della pellicina bianca (ricca di sostanze benefiche per organismo e pelle), ma nel caso del limone può essere utile aggiungerne il succo spremuto alle pietanze o al bicchiere d’acqua mattutino. Inoltre, è consigliabile bere spremute freschissime, fatte al momento, o comunque conservate in frigorifero.

Il beta carotene contro le smagliature

I frutti estivi non sono soltanto buonissimi e dissetanti ma sono anche miniere di salute e benessere da cui attingere a piene mani. In particolare il melone, le pesche e le albicocche sono colme di una sostanza portentosa: il beta carotene. Quest’ultimo è il precursore di magnifiche abbronzature nonché uno degli attivi vegetali anti-tumorali.

smagliature

Quali sono gli effetti a breve termine? Una pelle forte, idratata, dorata, distesa e meno soggetta alle smagliature. I benefici sul lungo periodo, invece, sono altrettanto preziosi: meno rughe e meno possibilità di sviluppare il melanoma.
Perché si assuma beta carotene è necessario mangiare la frutta con la buccia, gli integratori sono anch’essi efficaci ma non come l’alimento fresco. Infatti, il beta carotene più attivo è quello immediatamente biodisponibile, proprio attraverso l’assunzione di vegetali color arancio.

Dal mare, il miglior cibo per la pelle

Quando si parla di pelle forte ed elastica non si può prescindere dalla necessità di assumere proteine con l’alimentazione. Sappiamo bene che quest’ultime sarebbe meglio sceglierle nella versione magra ovvero sotto forma di carne bianca, legumi e pesce. Proprio il pesce, tanto buono e gustoso, è la via ideale per raddrizzare l’alimentazione in vista di un allarme smagliature. Ad esempio, se si sta seguendo un dieta ipocalorica, introdurre pesce nel menu giornaliero è una scelta salutare e furba. I benefici ottenuti, infatti, sono doppi: da una parte, questo alimento è povero di calorie e quindi adatto al dimagrimento mentre, dall’altra parte, i grassi contenuti nel pesce soprattutto azzurro sono Omega 3 e dunque vere e proprie infusioni di bellezza e forza per l’epidermide. Nella strategia anti-smagliature, il pesce non dovrebbe mai mancare: da portare in tavola almeno 3 volte alla settimana!

I benefici della Vitamina E

smagliature

Si sa, una pelle giovane è anche più tonica ed elastica. Quindi, manteniamola tale il più a lungo possibile. Come fare? Assumendo vitamina E, sia per via topica con creme e oli, sia per via sistemica interna, con l’alimentazione.
In natura, una delle maggiori fonti di vitamina E biodisponibile è il germe di grano. Acquistabile al supermercato sotto forma di fiocchi oppure opercoli dalla spiccata azione anti-radicali liberi. Inoltre, nel germe di grano non mancano altre sostanze benefiche per l’epidermide (e ottime come cura anti-smagliature) quali gli oligoelementi: un cucchiaino di germe di grano è infatti ricco di calcio, potassio, silicio, fosforo, zinco, manganese e selenio.
Come consumarlo? Se si scelgono gli opercoli, basterà seguire la posologia riportata sulla confezione. Se, invece, si opta per una scelta 100% naturale, allora sarà sufficiente aggiungere un cucchiaino di germe di grano ai cereali per la colazione o a zuppe e minestre.

Image Source: Shutterstock – Pexels Photo

You may also like

Leave a Comment