Home » Si, Smoking per una donna libera

Si, Smoking per una donna libera

by Paola Ferrario
666 views

Se Chanel ha liberato la donna, Saint Laurent le ha conferito il potere.

In effetti, come disse Pierre Bergé, le donne chiuse in uno smoking sono un misto di eleganza ed erotismo. Merito del mito androgino e misterioso della divina Marlene Dietrich e delle silhouette dei modelli cult disegnati da Yves Saint Laurent con la sua giacca dagli ampi revers lucidi, i pantaloni sottili neri, la camicia immacolata e il papillon stretto al collo. La sua, oltre ad essere una trasgressione, era anche una provocazione. Alcuni decenni dopo gli smoking da donna fecero la loro comparsa nelle collezioni degli stilisti: prima da Yves Saint Laurent, nel 1966, poi da Viktor&Rolf in collaborazione con H&M nel 2006, passando per Ralph Lauren che ne ha fatto un capo cult delle sue collezioni, Armani, re del capo sartoriale, fino a Gucci e ai suoi abiti genderless.

Yves Saint Laurent e Catherine Denevue

Assistiamo a un nuovo power dressing: i tailleur severi con le grandi spalle non hanno più il significato di quelli indossati da Melanie Griffith e Sigourney Weaver nel film Una donna in carriera del 1988, dove rappresentavano un’armatura con cui si proteggevano le donne in carriera. Oggi indossare uno smoking è una scelta di stile, manlike. Un inno alla libertà e alla fluidità di genere.

smoking

Con il modello più classico e conosciuto di smoking, in nero, potrete scegliere una giacca sia mono che doppiopetto, con i revers in seta a lancia o a scialle. Il cravattino dovrà essere nero anche se esistono delle varianti colorate che non sono, però, viste di buon occhio. La camicia da portare insieme a questo completo è rigorosamente bianca, con doppi polsi, e può presentare delle pieghe sullo sparato. Il pantalone, anch’esso nero, è caratterizzato dal gallone, cioè da una banda di seta o raso nero che ne copre la cucitura laterale. Infine, sopra la camicia, potrete utilizzare la fusciacca in raso o un panciotto realizzato nello stesso tessuto dell’abito e molto scollato, in modo da non nascondere lo sparato.
Soluzioni ottime in termini di prezzo le troviamo su Zalando che ci regala anche dei consigli su come abbinare i capi che andranno a formare il nostro smoking. Un’ottima alternativa al classico abito per l’ultima notte dell’anno, no? Io lo sto prendendo seriamente in considerazione, voi cosa ne pensate?

Image Source: Yves Saint Laurent e Catherine Denevue photo by Marie Claire – Getty Images

You may also like

Leave a Comment