Home » Non è mai troppo tardi: un romanzo introspettivo

Non è mai troppo tardi: un romanzo introspettivo

by Federica Livio
0 comment 76 views

Arrivare alla soglia dei 40 anni ed accorgersi che tutte le decisioni importanti della propria vita sono state prese più pernon è mai troppo tardi compiacere gli altri che per far felici se stessi: allucinante, vero?! Eppure è proprio così che accade a Fabio, milanese di 39 anni con una Laurea in Economia: un lavoro ben retribuito in una società di consulenza, una bella compagna con cui condividere la quotidianità, un bell’appartamento in affitto alle porte di Milano. Gli amici storici, i colleghi, il calcetto e le cene completano il quadretto di una vita all’apparenza da manuale, ma sotto sotto infelice.
Ma Fabio non decide di interrompere quella sua routine “così-così”, è la vita che glielo impone: ebbene sì, un bel giorno arrivano due lettere dalla Thailandia, una di suo padre, che l’ha abbandonato all’età di tre anni, e una dall’avvocato di suo padre, che afferma di dover parlargli piuttosto urgentemente. È proprio lì che inizia la fase due della vita di Fabio, quella delle decisioni che lo porteranno a dare una sferzata alla sua esistenza e a cominciare a riappropriarsene.
In un viaggio in Thailandia, che è anche e soprattutto un viaggio introspettivo, Fabio si renderà conto di tutto ciò che nella sua vita non lo rende felice, si riapproprierà di alcune sensazioni che pensava perdute, come il senso di meraviglia davanti alla Natura con la N maiuscola. Troverà non solo quelle radici di cui è stato a lungo privato, ma anche la forza e il coraggio di accogliere ciò che di bello e inaspettato la vita riserva.

L’autore Mattia Rizzi in Non è mai troppo tardi costruisce un romanzo dai toni leggeri, dal linguaggio colloquiale, facilmente leggibile, che però è tutt’altro che banale: tocca i temi dell’amore, della morte, della famiglia, del colpo di fulmine, della felicità e della soddisfazione personale, e lo fa nella grande parabola metaforica del viaggio. 
Una storia fresca, che ti avvicina ai personaggi con la voglia di sapere sempre di più e con la sensazione di voler essere lì con loro, sulle meravigliose spiagge thailandesi. E che porta anche a chiedersi, inequivocabilmente: “ma io sono felice?”.
Una domanda quasi esistenziale, alla quale a volte serve tutta la vita per dare una risposta, ma, parafrasando il titolo del libro, Non è mai troppo tardi per farlo. Potete acquistare il libro sul sito La Feltrinelli, Mondadori Store oppure su Amazon.

You may also like

Leave a Comment