Home » I primi 30 anni della Campagna Nastro Rosa

I primi 30 anni della Campagna Nastro Rosa

by Francesca Marangoni
33 views

La Campagna Nastro Rosa compie 30 anni, e porta con sé numerosi traguardi. Stiamo parlando della campagna contro il tumore al seno – la Breast Cancer Campaign promossa da The Estée Lauder Companies – ideata nel 1992 da Evelyn H. Lauder, ed appunto simboleggiata da un nastro di colore rosa. Il tumore al seno è un nemico silenzioso che nel nostro Paese colpisce annualmente 55.000 donne. Quando si parla di traguardi raggiunti con la ricerca scientifica, si parla inevitabilmente di vite salvate. Dal 1992 ad oggi la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi ha raggiunto l’88%, un 10% in più rispetto a tre decadi fa. Il 12% che ancora manca per salvare tutte le pazienti è dovuto alle forme più aggressive, come il carcinoma mammario metastatico, che riguarda circa 37.000 donne (fonte: airc.it). 

In più di 70 Paesi il mese di ottobre, detto anche “mese rosa” e dedicato appunto alla prevenzione del tumore al seno, è ricco di innumerevoli iniziative volte a sensibilizzare le persone nei confronti di questa malattia, ad incentivare la prenotazione di controlli preventivi ed a sostenere in maniera concreta la ricerca. 

Quest’anno la campagna è iniziata con l’illuminazione in rosa del Maschio Angioino di Napoli grazie a The Estée Lauder Companies Italia, ma saranno molti altri i monumenti e palazzi comunali in tutta Italia a tingersi di questo colore. Partner ufficiale italiano della campagna promossa da Estée Lauder è AIRC, che quest’anno propone come simbolo un nastro rosa incompleto, perchè “per essere colorato per essere colorato interamente richiede l’impegno di tutti: l’impegno delle donne, che devono sottoporsi agli screening e agli esami di controllo raccomandati; l’impegno dei ricercatori, al lavoro per mettere a punto nuove terapie; e l’impegno dei partner e dei sostenitori, che hanno consentito ad AIRC di destinare solo nel 2022 15 milioni di euro a 161 progetti di ricerca e borse di studio in quest’ambito” (fonte: airc.it). 

La spilletta di AIRC con il nastro rosa è acquistabile su Amazon, nei punti di distribuzione oppure sul sito di AIRC, a fronte di una donazione minima di 2 euro.

A tutti coloro che si sono interfacciati direttamente o indirettamente con una diagnosi di tumore al seno è dedicata la serie podcast “TITS UP! Storie di donne e cancro al seno”, che raccogliere testimonianze di donne che hanno vissuto la malattia o la stanno vivendo, ma sempre con il “petto in fuori”. Un augurio ad avere coraggio ed un promemoria che ci ricorda che non siamo mai sole. 

#JoinTheFight accanto a LILT, che con un ambulatorio a quattro ruote ha dato vita al Tour della Prevenzione a Milano e dintorni. 15 tappe in totale durante le quali sarà possibile fare una visita senologica gratuita e senza prenotazione. È comunque effettuabile, durante tutto l’anno, una visita al seno presso i centri LILT  più vicini a noi.  

Anche per quest’anno accanto a LILT c’è Yamamay, che per tutto il mese di ottobre mette a disposizione dei voucher da ritirare in negozio che consentiranno di prenotare una visita senologica gratuita presso un’ Associazione LILT aderente.

Fare la differenza, un passo alla volta. Questo è l’obiettivo di PittaRosso Pink Parade, che giunge quest’anno alla 9° edizione. Si tratta di un evento organizzato da PittaRosso a sostegno di Fondazione Umberto Veronesi che permette di sostenere la ricerca scientifica contro i tumori femminili partecipando alla camminata che si terrà domenica 16 Ottobre 2022 a Milano, oppure camminando ovunque ci si trovi. 

Tra i partner dell’evento troviamo anche Cotonella, che propone la special edition My Pink Slip: uno slip in taglia unica di morbido cotone elasticizzato impreziosito dal ribbon rosa, simbolo della lotta al tumore al seno. I ricavi delle vendite di questo articolo, disponibile sull’e-commerce del brand e nei suoi monomarca, finanzieranno il progetto Pink is Good.

Beauty e prevenzione risultano essere un connubio vincente. The Estée Lauder Companies Italia sostiene infatti l’attività di Fondazione AIRC devolvendo 5 euro per ognuno dei seguenti prodotti venduti nel mese di ottobre, fino al raggiungimento del valore massimo e complessivo di €90.000,00: 

      • AVEDA Limited Edition Hand Relief Moisturizing Creme con aroma Shampure
      • ESTEE LAUDER Advanced Night Repair Synchronized Multi-Recovery Complex
      • LA MER Crème de la Mer Moisturizing Cream Decorated Limited Edition
      • CLINIQUE Moisture Surge Decorated Limited Edition
      • DARPHIN Intral Inner Youth Serum
      • BOBBI BROWN – Proud to be Pink – Crushed Oil-Infused Gloss Duo
      • ORIGINS Ginger SouffleTM Whipped Body Cream.

Qui potete trovare il comunicato stampa con tutte le informazioni circa la Breast Cancer Campaign a sostegno di AIRC. 

Aldo Coppola affianca invece LILT e tinge di rosa i prodotti haircare Black Line, ribattezzandoli Pink Line per l’occasione. Aldo Coppola è inoltre sponsor della prima tappa dello Spazio LILT Mobile a Milano. 

Infine Erbolario rinnova l’impegno accanto a LILT e supporta la prevenzione e le donne colpite dalla malattia devolvendo 2 euro per ogni prodotto venduto della linea Acido Ialuronico (iniziativa valida dal 1 al 7 Ottobre).

Image source: airc.it; lilt.it; shop.aldocoppola.com; erbolario.com; shop.cotonella.com 

You may also like

Leave a Comment