Home » Chemisier: l’abito di ieri e di oggi perfetto per l’autunno

Chemisier: l’abito di ieri e di oggi perfetto per l’autunno

by Opinion Leader
24 views

Un passe-partout della raffinatezza informale che si declina in tantissime versioni. Un capo che, con le dovute differenze, si trova sia tra le collezioni autunno-inverno sia tra quelle primavera-estate: lo shirt-dress o chemisier, ha il particolarissimo pregio di essere il perfetto traghettatore stagionale. Coprente ma non troppo, si può portare con sandali o con stivali, mentre la manica lunga o corta decreta l’abbinamento a un capo spalla più o meno pesante: quelli autunnali sono i mesi perfetti per indossarlo, e le decine di modelli proposti dai brand lo testimoniano.

chemisier

Caratterizzato dai dettagli che richiamano la camicia maschile, come il colletto, i bottoni e i polsini, lo chemisier ha attraversato le epoche: a partire dagli anni 50, quando fu concepito ed elaborato grazie alla creatività di stilisti come Hubert de Givenchy e Christian Dior, è stato indossato sino ai giorni nostri senza interruzioni, sapendosi adattare perfettamente alle tendenze di ogni tempo. Dai modelli stretti in vita squisitamente “fifties”, agli ampi modelli di oggi effetto tunica, lo chemisier si è reinventato pur mantenendo ben intatte le sue peculiarità.
Perfetto come abito da giorno, lo chemisier può essere un capo estremamente facile e disinvolto. Si può indossare con stivaletti, ma anche con sneakers o scarponcini, magari accompagnato da un cardigan e da accessori pratici come shoulder bag e zainetti. Ideale per le ultime serate all’aperto, la versione bohémienne dell’abito camicia: lunga o corta non importa, purché sia ampia e svolazzante, e indubbiamente decorata da un pattern floreale. L’abbinamento? Una mule o friulana, oppure le sneakers.

chemisier

Il dailywear in versione chemisier può anche fare un piccolo step di eleganza e passare alla scarpa con tacco alto e pochette, come fa Sarah Jessica Parker (aka Carrie Bradshaw) sul set di And Just Like That. In questo caso l’abito fucsia con gonna sotto al ginocchio è arricchito da una spessa cintura con borchie che contrasta con il romanticismo dell’abito donando una nota rock’n’roll.

Chemisier

Per chi ama lo stile delle dive di un tempo c’è un’altra opzione, ed è quella scelta da Jennifer Lawrence, grande amante di questo modello: lo chemisier a micro-pois Dior, a manica corta, con gonna a ruota midi stretto in vita da una cintura sottile è un esempio perfetto. Lo si può abbinare a un paio di eleganti décolleté, come fa l’attrice, oppure, perché no, modernizzarlo con degli stivaletti combat o dei Chelsea boots.
Romantico e leggero come una nuvola, lo chemisier di Luisa Beccaria è lungo e si tinge di tonalità Pantone.
Elisabetta Franchi sceglie invece il bianco e il corto per lo chemisier con chiusura doppiopetto, bottoni in oro e cintura invita in eco-pelle. Infine modello kimono e fantasie cachemire per lo chemisier di Michael Kors.

chemisier

Tutti questi grandi nomi hanno riletto, con il loro stile personale l’abito chemisier. Alcuni lo hanno reinterpretato come capo adatto al quotidiano. Altri lo hanno immaginato in pelle, in pizzo, in seta, in versioni eleganti e conturbanti. A comprovare la versatilità di questo abito c’è anche la sua capacità di diventare un capo perfetto per l’ufficio, se scelto nella sua versione più formale e solenne: tinta unita, colletto rigido, maniche a giro, tasche, bottoni, cintura che sottolinea il punto vita ma non lo accentua, gonna lunga. Ma nessuno ha mai osato gettare nel dimenticatoio lo chemisier, l’abito che meglio interpreta l’eleganza femminile.

Image Source: Getty Images – Primark

You may also like

Leave a Comment