Home » Più in alto del giorno: una storia che parla di confini

Più in alto del giorno: una storia che parla di confini

by Diletta Cecchin
0 comment 111 views

Più in alto del giornoI rientri dalle vacanze sono sempre duri: la mente viaggia ancora in giro per il mondo, mentre il corpo è incatenato sul posto di lavoro. Ma settembre ha anche alcuni aspetti positivi: l’afa infernale che rendeva invivibili le città ormai si è dissolta, possiamo sfoggiare una fantastica abbronzatura e in libreria ci sono tantissime novità che aspettano i lettori. Infatti, dopo un lungo mese di pausa, finalmente le case editrici ricominciano a deliziarci con nuovi romanzi, thriller, biografie.
In particolare, fra le varie novità che hanno ripreso ad affollare gli scaffali delle librerie, vi segnalo Più in alto del giorno, di Valentina Orengo, pubblicato da Garzanti. Un romanzo dolce e potente, che racconta il passaggio dall’infanzia all’età adulta, in grado di cogliere la meraviglia e l’innocenza dell’adolescenza.
La protagonista di Più in alto del giorno è Mimì, diminutivo di Mimosa, un nome che riporta alla mente immagini estive, di sole e mare, tuffi dove l’acqua è più blu. Mimì ha tredici anni e da poco si è trasferita insieme alla famiglia in un piccolo paese di frontiera, che non sarà mai nominato nella storia, ma il lettore intuisce facilmente essere in Liguria. Mimì è convinta che si tratti dell’estate più noiosa della sua vita: non conosce nessuno e passa le giornate con la testa immersa nei libri.Più in alto del giorno
Ma l’esistenza di Mimì subirà una svolta grazie all’incontro con Alfred. È lui a farle scoprire il fascino del paese, a presentarle nuovi amici, a farle trascorrere giorni spensierati fatti di giochi, passeggiate e bagni al mare. Sarà proprio durante una di queste passeggiate sulle montagne che circondano il paese, che Mimì e Alfred scopriranno un segreto. Un segreto troppo grande per due ragazzini, ma che comunque decidono di non rivelare a nessuno. Un segreto che li catapulterà nel mondo degli adulti.
La storia raccontata in Più in alto del giorno è ricca di confini. Confini geografici da superare per ricongiungersi con la propria famiglia. Confini generazionali che portano genitori e figli a non comprendersi più. Confini morali fra bene e male, non sempre così distinguibili. Si tratta del primo romanzo di Valentina Orengo, autrice televisiva, in grado di immedesimarsi alla perfezione nelle decisioni di due adolescenti, forse perché mamma di un ragazzo di quindici anni.
Più in alto del giorno è un romanzo perfetto sia per gli adulti sia per i ragazzi, una storia ambientata nel passato, ma incredibilmente attuale.

Image source: garzanti.it

You may also like

Leave a Comment