Home » Pavimento pelvico, questo sconosciuto

Pavimento pelvico, questo sconosciuto

by Federica Livio
35 views

Se prendiamo una rosa di donne tra i 20 e i 40 anni, forse nemmeno la metà di loro saprebbe indicare con esattezza cosa siano e dove si trovino il pavimento pelvico e il perineo. Troppo spesso, infatti, ci sono poca formazione e scarsa informazione sull’importanza di conoscere a fondo il proprio corpo e su come agire in modo da prevenire e curare determinati disturbi e migliorare la salute fisica e anche sessuale. Perché ve ne sto parlando? Non sono certo un medico, né un’esperta, ma negli anni mi è capitato spesso di sentire parenti e amiche lamentare di disturbi in queste zone, a volte in seguito a una gravidanza o alla menopausa. Personalmente, inoltre, ho sempre svolto allenamenti di un certo tipo, dalla danza orientale, allo yoga, al Pilates, che sollecitano particolarmente queste parti del corpo, ove ho sviluppato muscoli ben allenati. Credo sia importante diffondere l’informazione e, proprio per questo motivo, a breve uscirà un’intervista a un’esperta in materia, una fisioterapista specializzata in riabilitazione pelvica.

Che cosa sono pavimento pelvico e perineo

pavimento pelvico

Il perineo è una zona nascosta e, proprio per questo, siamo abituate a ignorarlo. Corrisponde a quella parte che si appoggia sulla sella della bicicletta e si trova tra la sinfisi pubica e il coccige, dove terminano i canali di retto, uretra e vagina. Il pavimento pelvico è la zona interna al perineo e consiste nell’insieme di muscoli e legamenti che ha il compito di mantenere nella posizione corretta gli organi pelvici.

Come riconoscere i muscoli del pavimento pelvico

pavimento pelvico

Sono solo alcuni decenni che si parla di tematiche come prolasso, incontinenza femminile, dolore lombare, riabilitazioni che consentano di evitare farmaci e anche benessere sessuale femminile. Molte donne scoprono dell’esistenza del pavimento pelvico durante un corso pre-parto e, fino ad allora, non imparano a riconoscerlo e attivarlo durante i movimenti quotidiani. Il pavimento pelvico si compone di tre piani di muscoli suddivisi: per riconoscerli, basta provare a interrompere il flusso dell’urina durante una minzione. I muscoli messi in azione sono gli stessi che dovrebbero essere coinvolti nell’esecuzione della ginnastica perineale.

I vantaggi dell’allenamento

pavimento pelvico

Come anticipavo, con una buona attività fisica è possibile imparare a riconoscere e rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Per esempio, gli esercizi di Kegel, che consistono in una serie di movimenti da svolgere in posizione sdraiata o accovacciata per stringere e poi rilasciare questi muscoli. Anche il ponte glutei è perfetto per questo scopo, così come alcune posizioni Yoga, come la “farfalla” o il “gatto-mucca”. Andrebbero, invece, evitati alcuni esercizi troppo intensi, come il sollevamento pesi. Controllare il proprio pavimento pelvico è utile in tantissime situazioni e dà una consapevolezza del proprio corpo superiore a quello che si è abituate a pensare! Sono conoscendoci possiamo davvero fare il salto di qualità come donne, non siete d’accordo?!

Image Source: Pexels

 

You may also like

Leave a Comment