Home » Una nuova indagine per Madame le commissaire

Una nuova indagine per Madame le commissaire

by Diletta Cecchin
138 views

In epoca napoleonica, un assassino condannato a morte poteva ottenere la grazia se il mistral gli aveva offuscato la ragione al momento del delitto. E se un bambino veniva concepito mentre, fuori, l’impetuoso vento provenzale scuoteva le imposte in una notte stellata, nelle credenze popolari era diffuso il timore che potesse diventare un demente. Isabelle Bonnet sa che nulla di buono può essere portato dal mistral, che imperversa fuori dalla finestra e le impedisce di dormire. Ma mai si sarebbe aspettata di imbattersi in un cadavere durante una camminata all’alba sulla spiaggia.

Madame le commissaireCosì prende avvio il secondo capitolo della saga di Pierre Martin, intitolato Madame le commissaire e la vendetta tardiva, pubblicato sempre da Superbeat. Infatti Isabelle Bonnet è una vecchia conoscenza. Avevamo avuto il piacere di imbatterci nelle sue gesta grazie al precedente romanzo di Pierre Martin, intitolato Madame le commissaire e l’inglese scomparso,Madame le commissaire di cui vi avevo parlato questa estate. Torniamo quindi con piacere a Fragolin, piccolo paesino del Var, nel sud della Francia. E ritroviamo, oltre a Madame le commissaire, anche il sous-brigadier Jacobert Apollinaire Eustache e i suoi calzini spaiati. La strana coppia è a capo di un nuovo dipartimento, aperto appositamente per permettere a Isabella di rimanere a Fragolin, dove si sta lentamente riprendendo da un incidente di servizio che le è quasi costato la vita. Questo dipartimento si occupa di casi freddi, omicidi avvenuti anni prima e mai risolti. Per calmare l’insonnia provocata dal mistral, Isabelle sale in macchina e decide di raggiungere la spiaggia di Pampelonne. Passeggiando fra le dune, si imbatte in un cadavere, ucciso con tre colpi di pistola e brutalmente evirato. Lentamente Isabelle capisce che questo caso è legato a un altro omicidio, avvenuto a Fragolin dieci anni prima, su cui lei e Apollinaire stanno lavorando. Il savoir vivre tipicamente provenzale si intreccia con una serie di omicidi molto violenti, che vanno a scuotere la tranquillità di un piccolo centro prettamente turistico. Tra un bicchiere di vino, una gita in barca e relazioni amorose, Pierre Martin (pseudonimo dietro cui si nasconde uno scrittore tedesco) costruisce un bel giallo, che vi farà passare delle piacevoli ore di lettura.

Image Source: Superbeat

You may also like

Leave a Comment