Home » Libri scritti per non dimenticare

Libri scritti per non dimenticare

by Diletta Cecchin
128 views

LibriOgni anno, in occasione del Giorno della Memoria, che cadrà domani, venerdì 27 gennaio, il mondo dell’editoria programma la pubblicazione di una serie di libri, saggi e romanzi, che raccontano quelle tremende vicende. Sembra una scelta banale e ripetitiva, in realtà nel mare magnum degli ultimi libri usciti, ne esistono alcuni di vero valore. Basta scovarle! Per recarvi in libreria preparate, ecco alcuni consigli.
E’ ispirato a una testimonianza di vita vera e probabilmente per questo è diventato best-seller negli USA, l’ultimo romanzo di Alex Rosenberg, La ragazza di Cracovia, edito da Sperling & Kupfer. Rita è una ragazza come tante, nel 1935 si iscrive alla Facoltà di Legge di Cracovia; suo malgrado verrà trascinata nel turbine della storia: costretta a scappare, con una falsa identità entra sotto copertura in Germania, con lei un pericoloso segreto. Un romanzo adrenalinico, che racconta l’amore e il Libricoraggio.
Nella Germania nazista e antisemita, non c’era solo odio, ma anche la forza di un soldato tedesco capace di stringere una profonda amicizia con una bambina ebrea. Intorno a questi fatti ruota Oggi siamo vivi di Emmanuelle Pirotte, edizioni Nord. Renée è una bambina che ormai ha visto tutto e non teme più nulla, nemmeno la pistola di un soldato tedesco puntata contro il suo viso. Eppure c’è ancora speranza, la salvezza arriverà da qualcuno che Renée non si sarebbe mai aspettata.
LibriEsordio col botto per Christophe Boltanski e il suo romanzo Il nascondiglio, pubblicato in Italia da Sellerio. Vincitore del Prix Femina 2015, storico premio letterario francese assegnato ogni anno da una giuria esclusivamente femminile, sicuramente riscuoterà il successo anche del pubblico italiano. Racconta le vicessitudini di una famiglia ebrea di Parigi dalla Seconda guerra mondiale ad oggi. Dalla sofferenza alla rinascita.
Al primo posto nella mia personale classifica Il partigiano Edmond di Aharon Appelfeld, edizioni Guanda. Lo Libriscrittore ci porta in Ucraina: Edmond, sfuggito alla deportazione, a diaciassette anni entra in una banda di partigiani ebrei. Gli addestramenti quotidiani, la vita comunitaria, le incursioni per procurarsi viveri e armi lo hanno irrobustito nella mente e nel corpo, facendo del liceale di buona famiglia, scombussolato dai primi turbamenti amorosi, un uomo pronto a fronteggiare la morte.
Infine, nella libreria personale di un buon lettore non può mancare una copia del Diario di Anna Frank e di Se questo un uomo di Primo Levi. Leggete i libri per non dimenticare.

Image Source: Pinterest

You may also like

Leave a Comment