Home » Fabio De Vivo, la voce che entra con savoir faire e simpatia nelle nostre case!

Fabio De Vivo, la voce che entra con savoir faire e simpatia nelle nostre case!

by Opinion Leader
999 views

Ho conosciuto Fabio De Vivo tanti anni fa in un locale: lui faceva lo speaker ed io ero lì in veste di invitata ad un compleanno. Il caso ha voluto pochi anni dopo, che io lavorassi in radio e avessi lui come supporto esterno per domande e dubbi. Fu disponibile e comprensivo nei consigli facendomi scoprire in lui una persona limpida e generosa. Perché dovete sapere, che Fabio De Vivo è così, generoso ma soprattutto professionale. Con la consumata maestria di un nostromo di lungo corso, ha avuto, e ha una carriera ricca di esperienze tra cui quella su Rtl 102.5, dove ha condotto il programma I Love Consolle, dedicato alla musica dance. Infatti, se la radio fosse un profumo, lui sarebbe la nota di fondo, quella più persistente e ineffabile.
Insieme a lui, durante l’intervista, in una Milano grigia e avvolta dalla nebbia, ho toccato diversi argomenti: preferirà la conduzione radiofonica o quella televisiva? Cosa vorrebbe cambiare del sistema radiofonico attuale? Quali saranno i suoi progetti futuri?

Fabio De Vivo

  • A pandemia, purtroppo, non ancora conclusa è inevitabile che ti chieda come hai vissuto la tua quarantena?

​Ti risponderei con una domanda: quale delle quarantene?! Mi sembra ormai di aver perso il conto. Sarò sincero, non ho vissuto bene tutto questo periodo. Credo abbia ancor di più risvegliato in me la mia esigenza di libertà e voglia di non fermarmi mai. Mi è sembrato di sentirmi “intrappolato” in un loop fatto di lavoro, anche se mi ritengo fortunato a non essermi mai fermato, fatto di doveri, purtroppo però, spogliato della spensieratezza di cui, arrivati a fine giornata, tutti abbiamo bisogno. Credo di potermi definire “cambiato nel profondo”, tant’è vero, che anche la mia vita privata ad un certo punto ne ha risentito.

Fabio De Vivo

  • Sei autore, conduttore tv, speaker, Dj Producer, ideatore di format per il web… a dir poco uno stacanovista per eccellenza. Ma tutto questo è stato la realizzazione di un sogno prefissato sin da piccolo oppure un’opportunità improvvisa attraverso la quale hai potuto dimostrare i tuoi innumerevoli talenti?

Direi che le opportunità me le sono sempre cercate. Sono fatto di ambizioni ed obiettivi, alternati ad una severità verso me stesso sotto il punto di vista lavorativo, che mi ha spinto a migliorarmi sempre di più e a non schernirmi dietro il cliché italiano che ti impone di scegliere una sola professione onde evitare di sembrare un tutto fare specializzato in niente. Credo, soprattutto in abito artistico, che per affermarsi sia necessario saper spaziare, sapersi stupire, avere mille idee e provarne almeno dieci di queste ultime. Infine ti dico che ho sempre vissuto la mia carriera come una piramide da scalare. Se penso ai miei sogni di vent’anni fa, sono conscio di averli raggiunti. Il problema è che la piramide è diventata via via più ripida e di conseguenza io sono diventato via via più “cannibale”. Chissà se mi sentirò mai appagato…?!

Fabio De Vivo

  • Attualmente ogni giorno, assieme alla strepitosa Lucilla Agosti ci fai ascoltare le canzoni più belle in circolazione. C’e qualcosa che cambieresti nel sistema radiofonico attuale?

Ricordo ancora quando lavoravo in un altro network, circa 13/14 anni orsono, quanto criticassi alcune decisioni, per me apparentemente assurde, ma rivelatesi poi adatte alla linea del network. Non sono mai stato un “so tutto io”, ma ero comunque un ragazzino, di conseguenza esprimevo in totale libertà le mie idee credendo fossero azzeccate. Solo il tempo mi ha permesso di vedere le cose più concretamente.
Andando invece a cosa cambierei, bhè, mi piacerebbe che alcuni conduttori tornassero a saper fare questo mestiere senza l’ausilio di messaggi, note audio etc. Non perché non voglia dare importanza agli ascoltatori, ma perché credo che alle persone interessi più il contenuto, il racconto, che non le risposte di altri. In ultimo ti direi che mi piacerebbe sentire più musica dance in radio, ma credo che questa sia unicamente una mia esigenza.

  • L’argomento di cui preferisci parlare maggiormente in radio?

Sono “figlio” di conduttori radiofonici che hanno fatto la loro fortuna parlando di vissuto e di esperienze, creando nel tempo empatia con l’ascoltatore. Mi piace da sempre mettermi in gioco, raccontare e condividere. Non disdegno l’effetto “divertente nostalgia” e amo mettere ironia educata ed edulcorata nel mio stile di conduzione.
A prescindere da questo, sono sempre stato un sostenitore del fatto che in radio si possa parlare di TUTTO, se ben trattato. La radio è in fondo la vecchia comitiva di amici dove ci si racconta e si sa, in ogni gruppo di amici, c’è quello che parla di più. Ecco, io sono quell’amico.

Fabio De Vivo

  • Se dovessi scegliere tra la carriera in radio e quella in televisione?

Da sempre e per sempre la Radio, il più grande Amore professionale della mia vita. Credo che nulla dia più emozione come lo stare davanti ad un microfono e parlare alla radio.

  • Un consiglio per chi volesse intraprendere la tua stessa strada?

Ascoltare, rubare con le orecchie, pur avendo una propria identità, cercare d’essere diverso dalla massa, essere ironico, ma mai volgare, sapersi prendere in giro e ricordare soprattutto che, con la radio -oggi-, non si diventa ricchi, ma si cresce da morire professionalmente. In ultimo, di non essere spaventati dal cominciare dalle web radio, perché ai direttori dei grandi network, piace “scavare nel torbido” e scoprire talenti.

Fabio De Vivo

  • Quale rapporto hai con i Social? Li trovi indispensabili per la tua carriera?

Amore ed odio, ma devo rendere grazie a questi ultimi perché, attraverso l’uso che ne ho sempre fatto, ho ottenuto moltissime opportunità lavorative. ​Mi hanno aiutato a crescere, ma ammetto d’esserci sempre stato dietro in modo pignolo, quanto vero. Quello che vedi di me sui social, quello sono nella vita. Come in tutto però c’è uno scotto da pagare, in quanto a vita privata sono stati un’ecatombe.

  • Un sogno ancora non raggiunto?

Presentare un programma tutto mio in Tv tipo Linea Verde, Linea Bianca etc. Insomma, qualcosa che unisca le mie passioni “WILD” al mio lavoro. Ammetto che, ad oggi, è il format che più mi piacerebbe presentare.
​Poi da sempre c’è il FESTIVALBAR, ormai non più in onda da diverso tempo, ma sogno nel cuore che ho covato sin da piccolo. Di sogni ne ho ancora parecchi, ma sono oggettivamente mi ritengo un “ragazzo fortunato” ad aver realizzato già così tanti obiettivi.

Fabio De Vivo

  • Progetti imminenti e progetti futuri?

Come sopra, presentare un format all’aria aperta, poi continuare con R101, dove mi trovo da Dio (finalmente dopo anni militareschi) insieme a Lucilla Agosti e con QVC, dove ho trovato un incredibile ambiente di lavoro, sano, cordiale, che crede nelle mie qualità, quanto nel mio stile di conduzione diverso dal solito.

Ringrazio Fabio De Vivo per la gentilezza e la simpatia con cui ha risposto alle mie domande e vi invito ad ascoltarlo On Air alle ore ore 14.00 ogni pomeriggio su Radio 101!

You may also like

Leave a Comment