Home » Insegnami la tempesta: storia di una madre, una figlia e una suora

Insegnami la tempesta: storia di una madre, una figlia e una suora

by Diletta Cecchin
0 comment 26 views

Insegnami la tempestaLa storia di tre donne. Emma, Matilde e Irene. Donne forti nonostante le ferite e indipendenti. Una madre, una figlia e una suora. Ognuna in lotta contro qualcuno o qualcosa. Queste sono le protagoniste del nuovo romanzo di Emanuela Canepa, intitolato Insegnami la tempesta e pubblicato da Einaudi. Un libro che porta il lettore all’interno di un vorticoso universo femminile, fatto di maternità accettata e rifiutata. Come dice il titolo, una tempesta di emozioni e rapporti umani. Per un secondo Emma oscilla, poi l’impulso alla caparbietà le raddrizza la schiena. Con queste poche parole, Emanuela Canepa ci trasmette perfettamente la personalità di Emma, prima protagonista di Insegnami la tempesta. Emma è una donna fermamente convinta delle proprie posizioni, che difficilmente si piega all’ascolto delle ragioni altrui. Per questo ha un difficile rapporto con la figlia Matilde, seconda protagonista del romanzo di cui parliamo questa settimana. Matilde è un’adolescente autonoma, studiosa, che non ha mai causato preoccupazioni ai genitori. Eppure da qualche tempo la sua autonomia viene percepita dalla madre come lontananza. Matilde esclude Emma dalla sua vita, preferendo confidarsi col padre Fausto.
La situazione si incrina ulteriormente quando Matilde confessa ai genitori di aspettare un bambino, poco dopo laInsegnami la tempesta rivelazione, Matilde scappa di casa. La ragazza è in cerca di solitudine e silenzio, per prendere da sola la decisione più importante della sua vita. Troverà nel convento dove vive Irene, la terza protagonista di Insegnami la tempesta, il giusto luogo di raccoglimento. Emma però non accetta la fuga della figlia, arriva alla porta del convento decisa a riportarla a casa. È proprio qui che Emma ritrova Irene, la sua amica più cara, che diciotto anni prima l’aveva abbandonata nel momento di maggiore bisogno. Insegnami la tempesta è un romanzo coraggioso. Non incensa la maternità di una luce magnifica, pura, ma non del tutto veritiera. Ma racconta i dubbi, le indecisioni, le domande che naturalmente le donne si pongono quando scoprono di aspettare un bambino. Senza paura, parla di tutte le scelte delle donne, quelle che portano alla nascita di una vita e quelle che invece conducono all’interruzione di gravidanza. Una scrittura elegante e raffinata, si percepisce che Emanuela Canepa vive fra i libri (oltre ad essere scrittrice, lavora come bibliotecaria). Un romanzo che tutte le donne, e anche gli uomini, dovrebbero leggere.  

Image Source: einaudi.it – Shutterstock

You may also like

Leave a Comment