Home » Dinner cancelling: i benefici e le contro indicazioni

Dinner cancelling: i benefici e le contro indicazioni

by Paola Ferrario
511 views

Il dinner cancelling, o dieta del digiuno serale, prevede di digiunare completamente fino alla colazione. Addio, perciò, a cena e spuntini di mezzanotte. Fulcro del dinner cancelling è, dunque, un digiuno di 16-17 ore. Un approccio molto diverso rispetto alla dieta plank o alla dieta chetogenica. Il miglior esempio di dieta dinner cancelling? Fiorello che ha dichiarato di tenersi in forma grazie a questo schema alimentare decantato dal nutrizionista tedesco Dieter Grabbe nel suo testo «Dinner-Cancelling (NIENTE CENA!)» (Edizioni Red!). Sembra, infatti, che il segreto della sua forma fisica sia proprio il dinner cancelling e l’eliminazione totale della cena.

dinner cancelling

Le regole da seguire

Bisogna seguire un digiuno totale di solidi, assumendo solo liquidi senza zucchero per 16-17 ore, saltando la cena e rimanendo a digiuno fino alla colazione della mattina seguente. Durante la finestra del digiuno sono consentite solo bevande quali acqua, tisane leggere non zuccherate. Anche il caffè non è vietato ma la caffeina di sera non va di certo a braccetto con un buon riposo. Chi non riuscisse a sopportare il digiuno totale può mangiare snack leggeri vitaminici, in particolare verdure crude. Questa innovativa dieta promette di perdere fino a 3 chili in due settimane senza troppe rinunce durante i restanti pasti. Anzi, è importante assumere tutti i nutrienti necessari al fabbisogno quotidiano nei due pasti rimanenti, ossia a colazione e a pranzo.

dinner cancelling

 

Dinner cancelling: i benefici di non mangiare la sera

Il dinner cancelling, però, non è solo una dieta dimagrante. Il digiuno, infatti, ha un effetto detox sull’organismo. Digiunare per molte ore consecutive, inoltre, permette di ritrovare energie e benessere. Certamente, il dinner cancelling non è un regime alimentare da prendere alla leggera. Il digiuno, infatti, deve essere solo serale e non protratto oltre 16-17 ore. Ovviamente, poi, saltare la cena significa solo eliminare i cibi solidi. Acqua, tisane leggere e persino caffè, infatti, sono assolutamente consentiti. Il pasto principale, naturalmente, diviene la colazione. E non solo perché è il pasto più importante della giornata. Lo schema del dinner cancelling, infatti, prevede una colazione ricca e un pranzo modesto, durante i quali è necessario assumere i nutrienti principali. Proprio per questo lo schema del dinner cancelling è piuttosto libero e privo di particolari restrizioni. Dolce o salata, all’italiana o ispirata al brunch d’oltreoceano, la colazione dev’essere piuttosto ricca, purché sana. È importante, infatti, cercare di assumere frutta, verdura e grassi buoni ed evitare cibi eccessivamente calorici o ricci di zucchero e sale.

dinner cancelling

I principali benefici del dinner , però, non riguardano il dimagrimento. Eliminare la cena, infatti, è la soluzione ideale per migliorare il riposo notturno. Il merito è del digiuno stesso: il corpo, infatti, non è impegnato nei processi digestivi e, di conseguenza, il sonno risulta più profondo, meno agitato e per nulla disturbato da cibi eccessivamente pesanti. Il “salto della cena” è una pratica che può essere seguita senza problematiche, anche tutti i giorni, con alcune eccezioni: donne gravide, donne che allattano, persone sottopeso, persone malate, persone con disturbi dell’alimentazione e bambini fino alla fine della curva di crescita non dovrebbero praticare il digiuno intermittente. Anche chi pratica attività fisica può saltare il pasto della sera. Pare inoltre che il digiuno sia in grado di rafforzare il sistema immunitario, di velocizzare il metabolismo e di conseguenza di aumentare il consumo di grassi. In una parola: dimagrimento. Secondo il nutrizionista tedesco Dieter Grabbe, inventore della dieta, la dinner canceling sarebbe anche capace di rallentare sensibilmente l’invecchiamento cellulare.

Le critiche alla Dinner Cancelling

Unsplash

Ciò che afferma Dieter Grabbe, ossia che il digiuno serale inverta il metabolismo e l’orologio biologico rallentando l’invecchiamento, non trova però d’accordo buona parte della comunità scientifica e medica. Sono molti i medici secondo cui questo metodo non sarebbe valido, specialmente dal punto di vista dimagrante. Lo stato metabolico cambia dal mattino (quando è più veloce) alla sera (più lento) tuttavia la dinner cancelling non sarebbe in grado di alterare lo stato delle cose. Anzi, c’è chi sostiene che digiunando dalle ore 17 in poi si rischia di rallentare il metabolismo e che quindi è bene mangiare alla sera, leggero e poco condito ma comunque mangiare.

Image Source: Unsplash

 

 

You may also like

Leave a Comment